Ci sono tappe che possono rappresentare un momento di svolta per un'azienda, che fanno capire quando non si parla più di una semplice startup e si è pronti a giocarsela davvero coi pezzi grossi. Non che in Readdle avessero ancora da dimostrare le loro capacità, anzi, i loro prodotti continuano a stupire per qualità e funzionalità, superando spesso le soluzioni native proposte da Apple. Se poi c'è la possibilità di migliorare ulteriormente attingendo proprio dal colosso di Cupertino, tanto meglio. Ecco perché per il futuro del client di posta elettronica Spark, ma più in generale della stessa Readdle, l'annuncio delle scorse ore è ancor più importante di una release: l'assunzione di Terry Blanchard.

A molti non dirà granché questo nome, trattandosi di uno "dietro le quinte", ma il curriculum di Blanchard è di tutto rispetto: negli ultimi 6 anni è stato Engineering Manager dell'app Mail, influendo in maniera diretta la creazione delle nuove versioni. Ora la sua esperienza sarà completamente a disposizione di Spark, che beneficerà pure di un nuovo team di sviluppo nella Silicon Valley, guidato proprio da Blanchard e in affiancamento a quello già attivo nella sede centrale di Readdle, ad Odessa (Ucraina). Più in generale, però, visto il nuovo ruolo di Vicepresidente Engineering, è lecito pensare che tutte le applicazioni (Documents, Calendar, PDF Expert, ecc.) sono destinate a trarre notevoli vantaggi.

Questi appena descritti sono però scenari a lungo termine. Più a breve, invece, Readdle ha piani altrettanto ambiziosi per Spark, tanto sul fronte delle funzionalità (migliore integrazione con l'app sorella Calendar, automatismi e ottimizzazioni per l'uso aziendale) quanto sull'espansione del bacino d'utenza: sarà infatti la prima app dell'azienda ad approdare su Android, abbandonando l'esclusività iOS-macOS che sinora ha contraddistinto le soluzioni Readdle. Prospettive molto interessanti, su cui terremo più che volentieri un occhio vigile.