Gli sbagli capitano, nel mondo del software. Eccome se capitano. Tralasciando gli errori più ovvi come bug e falle di sicurezza, talvolta avvengono anche curiosi rilasci imprevisti, di versioni non ancora pronte oppure previste come nuovo rilascio stabile ma contenenti qualche lascito proveniente da altri filoni di sviluppo futuro interno. Nelle scorse ore è capitato ad Apple con iTunes 12.6. Come da note ufficiali, questa release serve a permettere la sincronizzazione sui dispositivi dotati di iOS 10.3 e tvOS 10.2 (quando usciranno in versione definitiva) anche dei contenuti noleggiati sull'iTunes Store e non solo quelli acquistati. Ufficiosamente, invece, ha reintrodotto la possibilità di aprire le playlist in una finestra separata e ritoccato graficamente la modalità mini-player. Ma tutte queste non erano le uniche novità: un bonus si nascondeva infatti all'interno dell'app.

La curiosa scoperta è stata fatta da un utente di Reddit, che ha provveduto a condividerla sulla piattaforma. Nella schermata di modifica delle playlist era infatti presente una curiosa opzione, traducibile in italiano come "Mostra sulla pagina profilo". Spostando il selettore su On, però, la funzionalità non sortiva alcun effetto. Poche le possibilità di indagare più a fondo, in quanto non molte ore dopo la pubblicazione su Reddit gli ingegneri software di Cupertino hanno provveduto con urgenza a rimuovere l'aggiunta indesiderata revisionando il pacchetto di aggiornamento, come da mio screenshot sottostante che mostra la doppia installazione:

Rimane solo la possibilità di ipotizzare quale scopo finale potesse avere quella feature. Come ben suggeriscono su Reddit, potrebbe essere strettamente legata ad Apple Music. L'opzione di mostrare le playlist sul proprio profilo presenterebbe analogie con simili feature già presenti su Spotify, rendendole così pubblicamente visibili e disponibili durante le ricerche effettuate dagli altri utenti. In aggiunta a ciò, Spotify permette agli utenti di diventare follower delle liste, mantenendole in questo modo aggiornate alle modifiche apportate dal loro curatore. Allo stato attuale, invece, Apple Music permette di condividere una playlist solo coi propri contatti, tramite messaggistica o social network, e ogni loro aggiornamento andrà notificato manualmente rifacendo la condivisione.

Un piccolo assaggio della prossima evoluzione di Apple Music e di iTunes? È lecito pensarlo, ma occorrerà attendere qualche mese ancora per avere conferme oppure smentite. La WWDC è dove di solito vengono annunciate novità di questo tipo, pertanto saremo vigili nel keynote di giugno anche ad annunci sul fronte musicale.