La batteria sui MacBook non è più sostituibile ormai da parecchio tempo, perlomeno non in maniera immediata. Se il proprio computer è fuori garanzia o senza AppleCare i più smaliziati, anche grazie alle dettagliate guide di iFixit, potranno comunque cavarsela col fai-da-te risparmiando, ma la scelta per molti rimarrà un passaggio presso l'Apple Store o un Service Provider autorizzato, dove la sostituzione avverrà a pagamento con cifre non irrisorie. Eppure, per vari utenti di MacBook Pro Retina 15" 2012 e 2013, quei 209 € richiesti stanno paradossalmente diventando uno dei loro migliori investimenti.

macbook-pro-retina-cavo

Su MacRumors riportano infatti di casi che hanno coinvolto la sostituzione non della sola batteria, ma dell'intero portatile. Il motivo sarebbe dovuto a una carenza di batterie ed altri componenti correlati presso i fornitori di Apple, destinata a perdurare almeno fino al 15 settembre prossimo. A quanto pare il problema avrebbe avuto le sue origini a marzo, ma solo negli ultimi tempi sta ricevendo notorietà, con le segnalazioni effettuate sul sito di discussione Reddit. Questo perché le direttive fornite dall'azienda di Cupertino a Store e Service Provider nell'affrontare questi casi sono sostanzialmente due: proporre all'utente di posticipare l'intervento dopo settembre a costo zero, oppure ricevere entro pochi giorni un MacBook Pro nuovo allo stesso prezzo già stabilito per il rimpiazzo della batteria. Nel breve periodo di tempo sarà possibile continuare ad utilizzare l'unità da sostituire, tenendola collegata alla corrente elettrica.

Per chi sceglierà la seconda opzione, si aprono due strade: la migliore e la meno migliore, se così possiamo definirla. Nel secondo caso si otterrà un'unità ricondizionata del 2015 o 2016, mentre i fortunati che ricadranno nel primo caso riceveranno direttamente il modello 2017. Niente affatto male per 209 €, no? Meglio però non tentare troppo con la sorte. Il modello coinvolto dev'essere appunto un MacBook Pro Retina da 15" della generazione Mid 2012 o Early 2013, con una batteria che nel suo stato riporti chiaramente la necessità di assistenza. Per vederlo basta premere sul menu , scegliere "Informazioni su questo Mac", dunque "Resoconto di sistema" e infine recarsi nella sezione "Energia". Se in prossimità della condizione non viene riportato "Normale" è ora di cambiarla. MacRumors suggerisce inoltre di accertarsi che il ciclo delle cariche sia inferiore a 1.000, ossia il valore massimo previsto da Apple, il che aprirebbe alla possibilità di un difetto di fabbrica e dunque aumenterebbe le chance di sostituzione del Mac senza remore. Tuttavia, essendo il cambio della batteria ottenibile anche oltre i 1.000 cicli, almeno fin quando il computer non rientrerà nella lista vintage ed obsoleti, varrà comunque la pena fare un tentativo al Genius Bar o al Service Provider di fiducia per valutare le opzioni sul tavolo.