Ormai le schede di memoria UHS-II sono abbastanza diffuse e le mie due fotocamere principali le supportano, sfruttando la loro maggiore velocità. Mi riferisco alla Fujifilm X-T2 (recensione) ed alla Panasonic GH5, la cui recensione è attualmente in lavorazione. Tutti i MacBook recenti hanno porte USB-C o Thunderbolt 3, inclusi gli iMac dopo l’ultimo aggiornamento, tuttavia ho preferito acquistare un lettore USB-A qualche mese fa, in quanto l’unico con USB-C era venduto da Apple e costava 41€ durante il periodo di sconto (oggi è venduto a ben 59€). Il Kingston MobileLite G4, invece, l’ho pagato meno di 12€ e funziona bene, risultando compatibile con tutti i computer (ovviamente serve un adattatore per le porte USB-C, ma ne abbiamo tutti purtroppo). La mia decisione di attendere è stata premiata perché ora il lettore SanDisk Extreme Pro USB-C si trova anche su Amazon e ad un prezzo nettamente inferiore: 25€. In pratica ho potuto comprare questo e quello precedente spendendo in totale meno di quanto richiedeva Apple per uno solo dei due. Non lo potete vedere ma mi sono appena dato una pacca sulla spalla.

sandisk-usbc-2

Il primo vantaggio del modello di SanDisk è ovviamente quello di non richiedere adattatori sulle porte USB-C. Ma è un vantaggio relativo dal momento che chiunque possegga un MacBook o un MacBook Pro recente, porterà comunque con sé almeno un adattatore per la USB tradizionale, quando non un piccolo hub. Tuttavia se serve solo la lettura di una SD si potrà evitare questo passaggio e la connessione diretta risulterà decisamente più pulita e meno ingombrante.

sandisk-usbc-3

La forma di questo lettore di SanDisk è piuttosto interessante, perché la porta USB-C è posta alla fine di una specie di prolunga lunga circa 4cm. Può sembrare inutile ma la scelta è assolutamente sensata poiché le porte USB-C sono piccole e spesso molto ravvicinate sul computer. Senza questo espediente, inserire il lettore su una delle due porte laterali del MacBook Pro avrebbe reso impossibile l'utilizzo di quella affiancata, mentre così rimane abbastanza libera.

sandisk-usbc-4

Per quanto riguarda la prova sul campo, devo dire di essere rimasto positivamente colpito. Avevo testato la velocità della Lexar 2000x sul Kingston MobileLite G4, ottenendo un risultato abbastanza buono, ma questo lettore è decisamente una spanna sopra. Non solo la velocità massima registrata è superiore ma anche quella media e, soprattutto, la minima. Con il SanDisk Extreme Pro USB-C si viaggia sempre al di sopra dei 200MB/a, mentre il Kingston scende di molto in alcuni casi.

sandisk-usbc-benchmark

Conclusione

Il lettore di memorie SanDisk Extreme Pro USB-C è quanto di meglio si possa acquistare se si possiede un computer con queste porte. Devo ammettere che non mi aspettavo dei risultati così superiori a quelli del Kingston, dal momento che è anche lui USB 3.0 e non USB 3.1 gen 2, tuttavia carta canta, come si suol dire. Inoltre la prova è ancor più positiva se si considera che ho usato la stessa identica scheda di febbraio e le SD, si sa, tendono a perdere qualcosa in prestazioni con il tempo. Per fortuna ho saggiamente deciso di non acquistarlo da Apple appena presentato, perché ora mi trovo ad avere speso meno e ad averne due (cosa utilissima sia per altri computer con USB-A che per fare copie tra SD al volo dal Mac). Mi spiace per chi lo abbia pagato 41€ o peggio ancora 54€ (che è l'attuale prezzo), ma se siete riusciti a resistere ora potete acquistare il miglior lettore di SD USB-C ad un prezzo irrisorio. Se avesse avuto anche una porta per le microSD sarebbe stato ancora meglio ma, ad onor del vero, è già perfetto così a questo prezzo. Inoltre basta tenere un adattatore per microSD all'interno durante il trasporto, così lo si ha sempre a disposizione senza occupare altro spazio o doversi ricordare di portarselo dietro.

PRO
+ Leggero e robusto, le parti in gomma lo rendono più pratico
+ Supporta le SD UHS-II
+ Il particolare formato non occupa due porte USB-C affiancate
+ Prestazioni al top
+ Su Amazon è al giusto prezzo

CONTRO
Nulla di rilevante