Continua senza sosta la costruzione della nuova gamma Lenovo/Motorola, che ormai dispone di smartphone per tutte le fasce di mercato. All'IFA 2017 ha presentato due nuove entrate, più precisamente il ritorno di una vecchia serie e l'arrivo di un top di gamma sinora esclusiva Oltreoceano. Il Moto X4 rappresenta la ripresa della serie X, che prima dell'avvento dei Moto Z era il fiore all'occhiello di Motorola. Ora si accontenta di restare un gradino sotto, proponendo comunque caratteristiche di tutto rispetto.

Il family feeling con gli altri modelli Motorola presentati quest'anno è ben visibile, specialmente nel frontale. Realizzato per gran parte in vetro Gorilla Glass 5, con cornici in alluminio, il Moto X4 presenta una forma volta a favorire l'impugnatura. La scocca prevede la certificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere. Lo schermo è un pannello IPS da 5,2", con risoluzione Full HD; sotto ad esso prende posto l'area dedicata al sensore per le impronte digitali, in grado anche di sostituire la classica barra di navigazione software Android tramite specifici gesti. Al cuore troviamo il SoC octa-core Qualcomm Snapdragon 630, affiancato da 4 GB di RAM e 64 GB di spazio d'archiviazione (in alcuni Paesi sarà disponibile anche la configurazione 3/32), espandibile tramite microSD fino ad ulteriori 2 TB. Nulla manca in termini di connettività, con 4G LTE, Wi-Fi 802.11ac dual-band, Bluetooth 5.0 ed NFC; stesso discorso per GPS e gli altri sensori.

Per questo dispositivo, Motorola punta forte sulla fotocamera posteriore. Ci ritroviamo davanti a una configurazione dual-camera: il sensore principale è da 12 Megapixel con apertura f/2, mentre il secondario è da 8 Megapixel con apertura f/2,2 e campo visivo a 120°. Doppia è anche la tonalità del flash LED. Lato software, l'azienda ha incluso numerose opzioni, come la messa a fuoco selettiva che permette di far risaltare ulteriormente le figure in primo piano, la possibilità di creare foto che prevedano soggetto a colori e resto dell'ambiente monocromatico, la scansione dei biglietti da visita e la funzionalità Landmark Detection (in arrivo con un aggiornamento post-lancio) che rileverà automaticamente eventuali luoghi od oggetti d'interesse nelle vicinanze proponendo approfondimenti all'utente. La fotocamera frontale è da 16 Megapixel, dotata di proprio Flash ed ulteriori ottimizzazioni per gli scatti con bassa presenza d'illuminazione. Anche in questo caso si può contare su vari effetti, inclusi quelli per la creazione di selfie animati. La registrazione video avviene in 4K.

In merito al comparto audio, che comprende di suo un altoparlante principale e tre microfoni, è da segnalare l'inclusione di un sistema wireless in grado di collegare al Moto X4 fino a 4 dispositivi contemporaneamente. La batteria è non rimovibile, da 3.000 mAh, con tecnologia di ricarica TurboPower e connettore USB-C. Android 7.1 è il sistema operativo preinstallato, quasi stock come ormai da prassi di Motorola, fatta eccezione per alcune aggiunte come l'assistente Amazon Alexa (nei Paesi dov'è presente) e Moto Key, un gestore di credenziali integrato che permette l'accesso ai siti confermando l'autenticazione col sensore d'impronte. Moto X4 sarà disponibile da fine settembre nelle tonalità Super Black e Sterling Blue al prezzo di 449,99 €.

Con l'occasione, Motorola ha portato anche in Europa il suo nuovo prodotto flagship, Moto Z2 Force. Sia in termini estetici che dimensionali è molto simile al fratello minore Z2 Play, arrivato già da qualche mese. Al di fuori, le differenze sono soprattutto nei dettagli. L'alluminio qui utilizzato è della serie 7000, per conferire maggiore resistenza. È presente inoltre uno strato idrorepellente per proteggere il terminale da contatti occasionali con liquidi. Lo schermo 5,5" AMOLED sale alla risoluzione Quad HD, guadagnando inoltre la protezione ShatterShield, che riduce i rischi di rottura da impatto. Presente all'appello pure qui il sensore d'impronte con gesture di navigazione.

All'interno il Moto Z2 Force dispone di tutto ciò che ci si aspetta da un top di gamma. Il Mobile Computing System è costituito da un SoC Qualcomm Snapdragon 835, con GPU Adreno 540 e coprocessori per la gestione dei comandi in linguaggio naturale e dell'elaborazione contestuale. La RAM è abbondante, 6 GB, mentre quella di archiviazione resta a 64 GB come per Z2 Play, espandibili tramite microSD fino ad ulteriori 2 TB. Doppia fotocamera posteriore da 12 Megapixel, un sensore a colori e uno monocromatico, con apertura f/2, doppio autofocus e flash LED dual-tone. La fotocamera anteriore si ferma invece a 5 Megapixel. Tutte le aggiunte software già descritte sopra per Moto X4 sono applicate pure qui. Sul fronte video, è supportata la registrazione 4K a 30 fps. Connettività anche qui completa, 4G LTE, Wi-Fi 802.11ac dual-band, Bluetooth 5.0, NFC e GPS. La batteria è da 2.730 mAh, con un'autonomia dichiarata di 24 ore e ricaricabile rapidamente grazie alla tecnologia TurboPower.

Anche il Moto Z2 Force sarà lanciato con Android Nougat, sebbene Motorola abbia già previsto il successivo aggiornamento ad Oreo. È compatibile con tutti gli accessori Moto Mods presenti sul mercato, inclusa la 360 Camera in arrivo. Due le tonalità, Super Black e Fine Gold, che attenderanno i potenziali acquirenti da fine settembre, con disponibilità presso TIM e Vodafone al prezzo di 899,99 €. La Mod 360 Camera costerà invece 289,99 €.