La nuova workstation di casa Apple – in attesa del rinnovato Mac Pro in arrivo nel 2018, forse – sarà l’iMac Pro, le cui vendite dovrebbero partire a breve, entro l’anno in corso secondo i programmi. MacRumors ha pubblicato una notizia apparsa sul blog Pike’s Universum, secondo cui iMac Pro potrebbe essere dotato di una SIM integrata per la connettività dati. La scoperta deriva da alcuni ritrovati nel firmware del dispositivo. L’ipotesi che è stata portata avanti è quella di un sistema antifurto avanzato, una sorta di Find My Mac in grado di appoggiarsi alla rete cellulare, il tutto per una localizzazione abbastanza precisa del device dal prezzo di listino di $4999 in versione base. Altre ipotesi prevedono invece la possibilità di effettuare chiamate senza necessità di appoggiarsi ad iPhone, come per i nuovi Apple Watch Series 3 dotati di supporto LTE.

imac-pro-a10-fusion

Tuttavia, dobbiamo dirlo, si tratta di affermazioni da prendere con le dovute cautele, poiché anche lo stesso autore del rumor afferma che quanto trovato potrebbe anche essere del codice legato ad iOS per iPhone. Il rumor va comunque tenuto in considerazione vista anche la recente notizia – decisamente più supportata da evidenze – che vede la presenza di un chip A10 Fusion in iMac Pro. Tale fatto potrebbe da una parte essere una ulteriore prova della presenza di una SIM, dall'altra potrebbe essere la causa di stralci di codice di questo tipo nel firmware della macchina.