Apple rifiuta la nuova piattaforma mobile Intel Moorestown per i futuri iPhone e iPod

Apple ha rifiutato la nuova piattaforma per dispositivi mobili Intel Moorestown, per via dell'eccessivo consumo energetico. Pertanto abbiamo la conferma che anche le future versioni di iPhone ed iPod touch — probabilmente anche il Tablet — continueranno ad utilizzare processori ARM. Pare che Apple abbia precisato che la nuova piattaforma di Intel, utilizza nello stato idle (diciamo standby) ben 10 volte l'energia consona all'utilizzo nei suoi dispositivi.

D'altronde l'anno scorso l'azienda di Cupertino ha acquisito la P.A. Semi, specializzata nella realizzazione di processori a basso consumo. Quindi evidentemente la Apple ha intenzione di produrre in proprio le CPU per i futuri dispositivi mobili.

Struttura della piattaforma Intel Moorestown
Struttura della piattaforma Intel Moorestown

fonte: BitCity

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.