Come si fa: riabilitare la navigazione nello storico delle applicazioni su Lion

Con questo post voglio dare una risposta alle decine e decine di email che ho ricevuto ieri, lamentando un problema con le gesture avanti e indietro in tutte le app non Apple di Lion. Le gesture di scorrimento orizzontale a tre dita che si usavano nel Finder o in Chrome per viaggiare nello storico, sono ora catturate da un'evento di sistema, ovvero il cambio scrivania o applicazione in full screen.

Chi fosse particolarmente abituato ad usarle si troverà spiazzato al punto da provare un senso di fastidio ed impotenza ottenendo con quella gesture un effetto diverso. Dopo anni di utilizzo alcuni comandi si eseguono quasi istintivamente e per tornare alla cartella precedente nel Finder, si continuerà ad usare tre dita a sinistra trovandosi in un'altra scrivania o, peggio, nella dashboard.

La soluzione che vi propongo mi è stata suggerita dall'amico pide86 su twitter e funziona bene ma comporta la modifica dei comandi originari del sistema. Nelle preferenze del trackpad è necessario spostare le prime due voci del tab "Altre azioni" impostando la prima a tre dita e la seconda a quattro.

trackpad

La soluzione proposta funziona ma comporterà fin da subito l'abitudine ad usare dei comandi differenti da quelli predefiniti di Lion. Non sono mai particolarmente favorevole a questo tipo di scelte perché, con il tempo, usare un Mac con le impostazioni di default diventerà faticoso. Ma qual è l'alternativa? Dimenticarsi di queste pratiche funzioni di navigazione?

In verità c'è anche la possibilità che una futura versione di Chrome per Mac si adatti a funzionare con Lion, così come un aggiornamento di OS X potrebbe riattivare la gesture nativa del Finder. In attesa di questi eventi però, quella proposta sembra l'unica soluzione percorribile.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.