iOS 8 Spoiler: giorni contati per iPhoto?

Abbiamo già avuto modo di illustrare le novità presenti nella nuova app Immagini, che su iOS 8 consente di modificare le foto in modo piuttosto completo. Dati i miglioramenti ci siamo chiesti durante la diretta del Keynote di apertura delle WWDC 2014 se avesse ancora senso un'app dedicata come iPhoto. In effetti sembra proprio che Apple abbia fatto lo stesso ragionamento e deciso di integrare tutte le funzionalità principali direttamente nel rullino. Ce ne accorgiamo facilmente perché sull'App Store di iOS 8 iPhoto non è – per il momento – scaricabile, ed una comprova arriva anche dalle pagine di 9to5mac, i quali avendo eseguito l'aggiornamento al nuovo sistema operativo si sono trovati iPhoto da iOS 7 e provando a lanciarlo si sono visti apparire questo pop-up:

iphoto

In sostanza è Apple stessa a dirci che i progetti di iPhoto sono stati "spostati" e che si possono editare ed organizzare le foto direttamente nell'app immagini. Non siamo ancora sicuri che questo sia sufficiente a decretare la scomparsa completa di iPhoto (che ha ancora delle funzioni aggiuntive), e nella sezione delle note di rilascio dedicata ai problemi già noti viene citato proprio il mancato supporto ad iPhoto, tuttavia il pop-up sembra un indizio piuttosto chiaro su un possibile abbandono dell'applicazione in favore di maggiori funzionalità direttamente nel rullino fotografico. Ricordiamo inoltre che è stata annunciata anche per OS X 10.10 una versione dedicata di Immagini con funzioni analoghe a quella mobile, anche se ancora non disponibile nella prima Beta; in ogni caso non sarà rilasciata in contemporanea al sistema operativo, bensì nei primi mesi del 2015, pertanto c'è ancora tempo per avviare il Beta Testing dedicato. Tra alcuni mesi, con il rilascio definitivo avvenuto di Yosemite e iOS 8 così come dei servizi ad essi collegati, è davvero possibile che iPhoto sparisca completamente sia dai Mac che dagli iDevice?

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.