iPhone 6 e 6 Plus: forse non ha senso acquistarli per la maggiore velocità

Nel presentare i nuovi iPhone 6, Philip Schiller ha precisato che questi hanno una CPU il 25% più veloce ed una GPU migliorata del 50% rispetto il 5s. Se si considera come parametro di riferimento il primo iPhone 2G, la potenza di calcolo è aumentata di ben 50 volte. Tuttavia lo scarto rispetto la 5s non è così imponente e dal grafico mostrato si nota che il salto è inferiore a quello che si è avuto tra 5 e 5s, perché la curva ha una inclinazione inferiore nell'ultimo tratto.

cpu

Ovviamente non ci sono dubbi che entrambi gli iPhone 6 siano più veloci del 5s, ci sono anche i test di Geekbench 3 a confermarlo, ma la differenza non è così pronunciata. In sostanza chi possiede il precedente modello difficilmente troverà una giustificazione per l'upgrade nell'Apple A8. Come abbiamo già detto in un precedente articolo, quest'anno la più "grande" novità degli iPhone è lo schermo. Il passaggio da 4" a 4,7", o addirittura 5,5", offrirà un'esperienza d'uso diversa, migliorando la fruizione dei contenuti e peggiorando nell'ergonomia, visto che sarà quasi sempre necessario l'utilizzo a due mani (per il 5,5" non ci sono dubbi).

test-iphones

Un utente su YouTube è riuscito a fare un confronto con tutti gli iPhone che sono stati presentati, partendo dal 2G per finire sui 6 e 6 Plus. Ha così potuto verificare i tempi di reazione per operazioni semplici come l'accensione, lo spegnimento e il caricamento di una pagina web su Safari. Probabilmente a causa della difficoltà operativa con ben 10 smartphone non ha potuto verificare operazioni più complesse, ma già così si vede che il 5s è ancora all'altezza dei nuovi modelli.

Non c'è dubbio che il video-confronto si sarebbe potuto fare meglio, ovvero in modo più approfondito, tuttavia è solo una conferma di quello che già i numeri ci dicono. I nuovi iPhone attraggono prima di tutto per lo schermo, magari anche per la fotocamera migliorata o per il Wi-Fi (ac), ma per quanto riguarda la potenza di calcolo non c'è da aspettatarsi uno stravolgimento. Dopotutto ancora oggi il 5s va benissimo, per cui i nuovi modelli sono un semplice update evolutivo per quanto riguarda le performance.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.