Dropbox, password rubate per più di 6 milioni di account

Aggiornamento

Dropbox ha verificato gli username e le password pubblicati e ha dichiarato che non sono legati ad alcun account, ma vi consigliamo comunque di attivare l’autenticazione in due passaggi.

In questi giorni sembra non esserci pace per Dropbox: infatti, dopo il grave bug del client che ha causato la perdita di tutti i dati ad alcuni utenti, un gruppo di hacker ha diffuso su Pastebin 400 combinazioni di username e password di account di alcuni utenti, promettendo la pubblicazione degli altri 6 milioni in base alle “donazioni” che riceveranno tramite Bitcoin.

6070i9236E263B01B8B7A

Dropbox si è affrettata a pubblicare un post sul proprio blog aziendale al fine di rassicurare tutti gli utenti del servizio sostenendo che i server non sono stati violati, che gli hacker hanno ottenuto le password in altro modo e che stanno lavorando alacremente per garantire la sicurezza dei dati degli utenti.

Come sempre, l’unico consiglio che possiamo darvi è quelli di seguire l’evoluzione della vicenda tramite la pagina Pastebin: se dovesse essere diffusa anche la vostra password o se crediate di aver potuto utilizzare Dropbox collegandolo ad app o servizi non molto sicuri, sarebbe opportuno cambiare immediatamente la password e, comunque, attivare l’autenticazione in due passaggi.

Alcuni link presenti nell'articolo possono presentare codici di affiliazione con i partner sponsorizzati.
Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.