Finalmente Apple attiva un programma di riparazione per le schede video dei MacBook

2011-macbook-pro

Dopo infinite lamentele, petizioni e cause, Apple ha finalmente lanciato un programma di riparazione per i MacBook con problemi alla scheda video. La pagina sul sito Apple elenca tutti i dettagli e specifica che la procedura è già attiva per Stati Uniti e Canada, mentre negli altri paesi, Italia inclusa, partirà dal 27 febbraio. I sintomi del problema possono essere la visione di un'immagine distorta o disturbata sullo schermo (immagine superiore), video che rimane spento anche se il Mac è acceso o riavvii inaspettati del computer. I modelli interessati sono:

  • MacBook Pro 15" e 17" prodotti nel 2011
  • MacBook Pro Retina 15" metà 2012 o inizio 2013

Se riscontrate uno o più di questi problemi e possedete un Mac tra quelli sopra elencati, potete inserire il numero di serie su questa pagina per verificare la copertura di assistenza anche se sono già trascorsi i due anni della garanzia normale. Se qualcuno ha già fatto riparare il computer a proprie spese per il problema della scheda video, allora dovrà contattare Apple per ricevere un rimborso. Il programma di riparazione sarà attivo fino al 27 febbraio 2016 o per tre anni dalla data originale di acquisto del Mac, a seconda della garanzia che offre il periodo di copertura più lungo.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.