Canon presenta la cinepresa ME20F-SH che registra anche al buio

Canon ha annunciato oggi la ME20F-SH, una videocamera ad obiettivi intercambiabili capace di catturare filmati anche in ambienti quasi completamente privi di illuminazione. Questo risultato è ottenuto attraverso un sensore con pixel da 19μm, che sono 5,5 volte più grandi di quelli delle normali DSLR. La risoluzione del sensore CMOS Full Frame è bassa, solo 2,26 MP, ma registra video in Full HD 50/60fps con un guadagno fino a 75 Db, che equivale a circa 4 milioni di ISO. In pratica registra filmati a colori con soli 0,0005 lux. Come tutte le cineprese professionali della casa dispone di modalità di cattura Canon Log e Wide DR per massimizzare la gamma dinamica, ma ha anche un filtro ND integrato ed illuminazione ad infrarossi.

ME20F-SH

La baionetta è compatibile con tutti gli obiettivi EF / EF-S e supporta anche l'autofocus. Ha uscite 3G/HD-SDI ed HDMI, nonché l'ingresso audio e la porta RS-422 per il controllo remoto. Infine è presente anche la connessione GENLOCK per sincronizzare diverse camere. C'è un vano microSD che serve per gli aggiornamenti firmware, mentre i filmati si registrano solo dalle uscite video. Sul retro troviamo anche i controlli principali, che includono un pratico joystick.

ME20F-SH-connessioni

Ovviamente la ME20F-SH è una cinepresa di calibro professionale, per cui il prezzo non è certamente economico. Sarà infatti disponibile da dicembre a circa $30000.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.