Un nuovo MacBook da 13" entry level potrebbe essere in arrivo (e non sarebbe una cattiva idea)

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Guido Brescia, Luciano Meringolo.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Secondo il Digitimes (che, ricordo, non è la testata più affidabile sulle indiscrezioni sui prodotti di Cupertino), Apple starebbe pensando di lanciare un MacBook entry level da 13". L'intenzione, quindi, potrebbe essere quella di rimpiazzare l'attuale MacBook Air, ancora vendutissimo, con un nuovo prodotto che dovrebbe rifarsi alle linee del ben più costoso MacBook da 12", mentendo, però, un prezzo più basso.

Secondo la testata, la società avrebbe ordinato ai suoi fornitori un nuovo stock di pannelli LCD da 13", ma non è chiaro se di densità elevata oppure normale. Di certo, portare un display Retina sulla gamma entry level comporterebbe una maggior uniformità nell'offerta dei computer e, soprattutto, la allineerebbe a quella dei produttori concorrenti, visto che è ormai facile trovare PC portatili da 13" con schermi HiDpi attorno ai 1.000 €.

Le differenze fra il MacBook da 12" e il nuovo entry level, ovviamente, coinvolgerebbero anche l'architettura hardware. Infatti, sono pronto a scommettere che quest'ultimo manterrà le porte USB-A, di modo da essere appetibile anche a quel pubblico che non ha visto di buon occhio l'introduzione di una sola porta USB-C o delle 4 Thunderbolt 3 nei MacBook Pro ed anche a chi ritiene il passaggio troppo avanti rispetto alla moltitudine di accessori usati tutti i giorni che necessiterebbero l'uso di scomodi adattatori da viaggio. Inoltre, un semplice refresh della CPU, rispetto all'Air in commercio, potrebbe non bastare: che possano finalmente far capolino i banchi di RAM LPDDR4 anche nella fascia più economica dei portatili di Apple?

Quel che è certo, è che Cupertino dovrà tenere ben a mente i capisaldi alla base dell'attuale successo del MacBook Air che, nel mondo dell'usato, si trova ancora a prezzi ben più alti dei MacBook di seconda mano: praticità, compatibilità, leggerezza ed estrema durata della batteria, oltre ad un prezzo più alla portata di tutte le tasche (complici anche le offerte delle grandi catene che lo vendono anche a 849 €). Forse, Cook e soci hanno deciso di portare la stessa ricetta già adottata per le linee iPhone ed iPad pure in quella Mac: più modelli a differenti livelli di prezzo per accontentare più fasce di pubblico. Il nuovo MacBook da 13" potrebbe, dunque, avere la stessa funzione di iPhone SE e iPad da 9,7": avvicinare il grande pubblico, senza escluderlo dai giochi, restituendo anche l'immagine di una Apple più vicina alla gente e meno snob di quanto si possa pensare.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.