Google lancia Lens per iPhone, mentre i suoi smart speaker parlano italiano

Google Lens è una funzione dell'app Google Foto che sfrutta l'intelligenza artificiale e le reti neurali per riconoscere gli elementi di un'immagine e catalogarli, archiviarli come dati o fornire ulteriori informazioni su di essi. Per esempio è possibile inquadrare un biglietto da visita ed acquisirne i dati, oppure lasciare che l'IA riconosca da sé i monumenti inquadrati, le opere d'arte, il profilo di orografico di un paesaggio, un fiore e così via.

La funzione era stata implementata qualche tempo fa nell'app di Google Foto per Android ed oggi arriva anche su iPhone. Per la verità, come annunciato nel profilo Twitter di Google, il roll-out avverrà durante tutto il corso della prossima settimana, ma l'importante è che abbiate l'app nella sua versione aggiornata (v 3.15 o successive). Quando Google Lens sarà abilitato sul vostro terminale, il terzo bottone da sinistra sotto una foto visualizzata, si tramuterà da un simbolo di "informazioni" a quello scelto per Google Lens, che a me personalmente ricorda un po' quello di Instagram.

Siccome siamo in argomento Google, approfittiamo anche per segnalare che da oggi – come indicato dalla redazione di SmartWorld – gli smart speaker Google Home e Home Mini parlano italiano. Secondo quanto visto fino ad ora le incertezze sono ancora tante, ed i controlli demotici sono attivi solo in lingua inglese (anche se le risposte vengono poi date in italiano). È invece attivo il supporto al riconoscimento multi utente. Che gli smart speaker di Google fossero in arrivo sul mercato italiano era noto, ma questa è la conferma che non dovrebbe davvero mancare molto, questione di poche settimane o giorni. Al momento non è possibile acquistare questi dispositivi sullo store di Google Italia, mentre se ne trovano diverse versioni, sia USA che europee, su eBay.

Simone Sala

Junior Editor - Appassionato di tecnologia, mi piace analizzarne sia gli aspetti tecnici che i risvolti sociali. Sono curioso per natura e cerco sempre di sperimentare le ultime novità in qualsiasi ambito. Collaboro con SaggiaMente dal 2016.