Now TV e Sky Q includeranno Netflix, ma c'è da aspettare

Non ci sono dubbi sul fatto che Internet abbia completamente stravolto ogni cosa, anche il modo in cui guardiamo i Film, le Serie TV e persino gli eventi in diretta. Che sia su uno smartphone o sul grande schermo di casa, le piattaforme di streaming ormai la fanno da padrona e sono apprezzate in tutto il mondo, mentre per i servizi via cavo/etere/satellite ogni paese è una storia a parte. In Italia la voce del leone la fa di Sky, forte in tutta Europa con il grande traino dei canali sportivi, ma capace di farsi apprezzare anche per le proprie esclusive TV e la produzione/distribuzione di qualche contenuto di buona qualità. Rimane tuttavia lo sport, in particolare il calcio qui da noi, a trainare i grandi numeri e a mantenere sempre vispo il focolare di Sky pur essendo indietro sui servizi multimediali.

sky-q-netflixPur se a piccoli passi, Now TV è cresciuto, ma la piattaforma di Murdoch ritorna a fare sul serio quest'anno con Sky Q, un bel mix hardware/software che riesce a coniugare bene i vantaggi del satellite con quelli dello streaming. E le novità non finiscono qui, perché è stato appena annunciato un accordo con Netflix, che porterà ad un'integrazione dei due servizi sullo stesso set-top-box. In pratica ci sarà l'app con la N su Sky con la Q, ma questa arriverà anche sullo scatolotto Roku marchiato NowTV. I servizi saranno indipendenti ma il software consentirà di navigare completamente in entrambi gli archivi, anche col controllo vocale. Tutto bello ma è ancora teoria: l'annuncio odierno anticipa di un anno intero l'arrivo dei primi frutti, dal momento che solo nel 2019 sarà presente questo bundle in Inghilterra e in Irlanda. Germania, Austria ed Italia arriveranno più avanti, per cui aspettate a fare i salti di gioia. Rimane comunque un accordo pesante che lega due delle più importanti realtà dell'intrattenimento e che non potrà che portare giovamenti sia per le aziende che per i clienti.

Abbiamo lanciato un piccolo sondaggio questa mattina sul nostro canale Telegram: fateci sapere a quali servizi di streaming video siete abbonati.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram