SaggeScrivanie #17: Stefano Zaniboni, con noi fin da "Il mio primo Mac"

Nuovo appuntamento con le SaggeScrivanie, per iniziare questo giorno privo di notizie tech allettanti e storicamente triste per la scomparsa di Stephen Hawking. Ritorniamo con i piedi per terra entrando in casa di Stefano Zaniboni per dare un'occhiata alla sua postazione.

Seguo SaggiaMente e il buon Maurizio dall’ormai lontano 2010, quando acquistai il mio primo Macbook Pro. Avere un Mac in casa dopo anni di Windows era allo stesso tempo una gioia, perché finalmente c'era un’alternativa decisamente migliore (secondo me) al sistema operativo di Microsoft, ma anche un po’ una preoccupazione per riuscire a riportare su OS X il mio personale Workflow e riuscire a fare le stesse cose che facevo prima. Con l’aiuto dei podcast "Il mio primo Mac" di Maurizio, ho fatto le mie prime esperienze e da quel momento ho cominciato a seguire in maniera assidua il suo blog. Da quel Natale del 2010 è passata un bel po’ di acqua sotto i ponti: ho cambiato 3 Mac e l’anno scorso ho voluto sperimentare assemblandomi un PC dove poter giocare ogni tanto, ma principalmente lo utilizzo con Linux per lavoro. La mia postazione è in continua evoluzione, ogni consiglio per migliorarla è ben accetto!

Ecco un breve elenco di quel che si vede (e anche che non si vede) nella foto:

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.