Oggi gli SSD hanno raggiunto il loro prezzo migliore

I prezzi dei prodotti informatici tendono a seguire un logica diminuzione di prezzo con il passare del tempo, questo perché si ammortizzano i costi di R&D, si raggiungono migliori economie di scala, la domanda diminuisce e ci si prepara a "far cassa" prima dell'arrivo dei prodotti successivi. Alcuni componenti, però, seguono leggi diverse se sono influenzati da particolari trend e mercati paralleli o, in alcuni casi, anche dall'andamento della borsa valori. Le RAM sono storicamente le più ballerine ma negli ultimi tempi abbiamo visto come anche le GPU possano subire delle variazioni di prezzo incredibili, cosa avvenuta dalla seconda metà del 2017 per via dell'enorme aumento di domanda che si è generato a seguito del boom delle criptovalute. I dischi SSD sono basati su memorie flash, più o meno le stesse che si trovano negli smartphone, ed è per questo che la loro naturale riduzione di prezzo ha subito una battuta d'arresto negli ultimi tempi. Anzi, a maggio di due anni fa si è assistito ad una maggiore economicità che ha influenzato tutto il mercato, ma è durata solo poche settimane.

Il prezzo ha infatti ripreso a salire poco più avanti e si è poi assestato su un livello ben più alto. In sostanza gli SSD che c'erano già nel 2016 costavano di meno allora che oggi, cosa incredibile se si considera che venivano quasi sempre usate le MLC e in alcuni casi persino le SLC, mentre oggi tutte le NAND sono almeno TLC (in pratica i dati sono più compressi scrivendo più bit per cella, cosa che ne riduce la durata teorica dal punto di vista meramente elettronico). Se seguite il nostro sito delle SaggeOfferte ed i rispettivi canali social avrete però notato che molti dischi allo stato solido hanno raggiunto in queste ore il loro prezzo minimo assoluto e questo a prescindere dal produttore. In sostanza si sta configurando un nuovo momento propizio per l'acquisto, che va ad influenzare sia gli SSD interni che quelli esterni, sempre più gettonati ed utili. Per questa ragione vi vorrei evidenziare le migliori offerte di oggi perché se qualcuno sta pensando di acquistare un disco questo è il momento migliore che si sia visto da ben due anni a questa parte.

SSD in case da 2,5"

SSD M.2 SATA

SSD M.2 PCIe

SSD Esterni

Se ci chiedete quale sia il migliore sappiate che non è una risposta semplice ma molto spesso è già il prezzo a dircelo. Comunque sia, in ambito SSD da 2,5" il Crucial MX500 ha un rapporto prezzo/qualità invidiabile, mentre per gli SSD M.2 PCIe io continuerei ad andare su Samsung 960 EVO anche se i WD Black non si difendono male. Risparmio per risparmio, però, preferirei direttamente adottare una soluzione M.2 SATA per contenere al massimo i costi, se necessario. Tra quelli esterni sono tutti a loro modo buoni ed interessanti, anche se la mia attuale predilezione è per il Samsung T5, che viene proposto ad un prezzo davvero ottimo.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.