Gli iPhone 8 e X si ricaricano più velocemente via USB-C: in arrivo nuovi alimentatori?

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Alessandro Guiso, Stefano Savarè, Gregorio Seidita, Elias Beccu, Claudio Orler, Fabrizio Giraudo, Mauro Oriato.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Con l'arrivo degli iPhone del 2017 Apple ha ufficialmente confermato che si può ottenere una ricarica fino al 50% più veloce utilizzando un alimentatore USB-C e il cavo da Lightning a USB-C. I dettagli sono presenti in una pagina del sito di supporto tecnico a cui è stato dato un nome particolarmente esplicativo: Come caricare rapidamente iPhone X, iPhone 8 o iPhone 8 Plus. Qui viene chiaramente spiegato che si possono usare gli alimentatori Apple USB-C da 29W (A1540), 61W (A1718) e persino quello da 87W (A1719) fornito insieme al MacBook Pro 15" (così come qualsiasi modello di terze parti che supporti la USB-C Power Delivery).

In azzurro la carica ottenuta dopo 1h con l'alimentatore da 29W e il cavo Lightning/USB-C

Già con i precedenti iPhone si era notata una maggiore velocità collegandoli ad alimentatori più capaci, tuttavia solo ora che sono disponibili quelli "più intelligenti" con USB-C Apple ha ufficialmente consigliato la pratica, anche se nella confezione include ancora quelli da 5W.

Secondo una indiscrezione pubblicata sul social cinese Weibo e riportata da MacRumors, le cose potrebbero cambiare con gli iPhone 2018. A quanto pare Apple avrebbe in programma di inserire nei futuri smartphone un alimentatore USB-C nuovo con capacità di 18W. Questo fornirebbe una velocità di ricarica nettamente superiore rispetto quello attuale e del tutto simile a quella da me rilevata con l'alimentatore da 29W, andando a raggiungere l'80% dopo 1h e passando da 0 a 50% in circa 30 minuti. Sempre secondo la fonte, lo stesso alimentatore sarebbe poi fornito in bundle anche con i futuri iPad Pro, che sono stati i primi ad accettare la ricarica veloce USB-C ma hanno ancora un alimentatore inferiore (precisamente da 12W). Imboccando questa strada il cavo in dotazione non sarebbe più il vecchio USB-A ma quello Lightning a USB-C che ora va acquistato separatamente pur essendo necessario per collegare gli iPhone ai recenti MacBook e MacBook Pro.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.