Alexa si appresta a conquistare i nostri dispositivi Bluetooth aprendo il kit AMA

L'assistente vocale realizzato da Amazon è stato spinto egregiamente da una riuscita famiglia di dispostivi: gli Amazon Echo che da qualche settimana sono arrivati anche in Italia. Il suo vero vantaggio, però, risiede nella struttura sostanzialmente aperta e cooperativa, sia con le Skill che con il servizio Voice Service, tramite il quale si forniscono gli strumenti per l'integrazione di Alexa in dispositivi terzi. Oggi Amazon annuncia un altro passo importante per la diffusione con l'apertura del Kit AMA (Alexa Mobile Accessory) a tutti i produttori, mentre prima era privato e disponibile solo per una rosa ristretta di brand.

Il protocollo AMA consente ai dispositivi Bluetooth connessi allo smartphone di comunicare direttamente con l'app Alexa installa su quest'ultimo, spostando interamente lì la complessità. Ciò significa che anche un piccolo produttore potrà fregiarsi della compatibilità nativa con Alexa riducendo al minimo lo sforzo in termini di sviluppo, perché gli basterà aggiungere il blocco AMA nel firmware.

Uno schema che dimostra l'implementazione dell'AMA Protocol nel firmware di un dispositivo

I risultati di questa novità li vedremo già nella prima parte del 2019, ma questo è solo uno dei tanti tasselli a favore di Alexa nel settore degli assistenti vocali, dove la varietà e la scelta per gli utenti e già fin troppo ristretta visti gli ingenti investimenti richiesti per lo sviluppo. Inoltre Amazon rappresenta uno dei più importanti poli d'acquisto internazionali, trovandosi in un posizione di vantaggio per la proposizione dei dispositivi della serie Echo.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.