Intel amplia la gamma di CPU Core di nona generazione, per desktop e portatili

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Carlo Rapisarda, Mattia Facchini.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

La battaglia su smartphone, almeno per ora, sembra essere completamente data per persa da parte di Intel dopo l'annunciato ritiro dal settore dei modem 4G/5G, in buona parte conseguenza dell'accordo tra Apple e Qualcomm ma forse già pensato da un po' viste le difficoltà incontrate nello sviluppo. Il colosso di Santa Clara ha però altri ambiti in cui rifarsi, come l'automotive, le memorie Optane, le future GPU dedicate e soprattutto ciò che già da sempre le riesce meglio: le CPU x86. Un ambito rinvigoritosi da due anni circa, quando AMD ha lanciato un pesante guanto di sfida tramite i Ryzen ottenendo risultati molto interessanti. In attesa che finalmente si compia il fatidico passo ai 10 nanometri con Ice Lake, oggi Intel va a prosegue il lavoro iniziato lo scorso ottobre quando introdusse i primi modelli di nona generazione, della serie Coffee Lake Refresh.

40 modelli, quasi tutti per computer desktop. Alcuni li abbiamo già conosciuti, gran parte sono invece delle new entry. Per tutti in comune, anche attraverso i nuovi chipset dedicati, ci sono il supporto completo alle memorie Optane, fino a 128 GB di RAM DDR4, USB 3.1 Gen2 e il nuovo Wi-Fi 6 AX200. Per il resto, però, si tratta in larga parte dell'architettura Coffee Lake già nota da diverso tempo, con alcuni interventi migliorativi come soluzioni a 8-core anche al di sotto della fascia massima e accorgimenti per una dissipazione più ottimale durante alti carichi. Si inizia dai Core i9, al vertice della gamma, col già noto 9900K affiancato da altre varianti. Per tutti 8-core con HyperThreading, memorie DDR4 2666 e cache L3 da 16 MB. I modelli K sono dotati di moltiplicatore sbloccato per l'overclock, mentre quelli contrassegnati con la lettera F sono privi di grafica integrata; infine, la T identifica le versioni dai consumi più moderati.

Modello Clock base/Turbo TDP Prezzo
i9 9900 K/KF 3,6/5 GHz 95 W $488
i9 9900 3,1/4,9-5 GHz 65 W $488
i9 9900T 2,1/4,4 GHz 35 W $439

Si prosegue coi Core i7. Anche per la fascia medio-alta troviamo 8-core, ma si perde l'HyperThreading e scende la cache L3 a quota 12 MB. Anche le frequenze massime in Turbo Boost sono inferiori.

Modello Clock base/Turbo TDP Prezzo
i7 9700 K/KF 3,6/4,9 GHz 95 W $374
i7 9700 (anche F) 3/4,7 GHz 65 W $323
i7 9700T 2/4,3 GHz 35 W $323

Più articolata la gamma media Core i5, ma anche in questo caso molti modelli hanno delle caratteristiche in comune. Qui troviamo 6-core, sempre senza HyperThreading, ed una cache L3 da 9 MB.

Modello Clock base/Turbo TDP Prezzo
i5 9600 K/KF 3,7/4,6 GHz 65 W $262
i5 9600 3,1/4,6 GHz 65 W $213
i5 9600T 2,3/3,9 GHz 35 W $213
i5 9500 (anche F) 3/4,4 GHz 65 W $192
i5 9500T 2,2/3,7 GHz 35 W $192
i5 9400 (anche F) 2,9/4,1 GHz 65 W $182
i5 9400T 1,8/3,4 GHz 35 W $182

Si procede con la fascia medio-bassa, costituita dai Core i3. Qui tutti i modelli sono 4-core, privi di HyperThreading, e il supporto DDR4 si ferma a 2400. Le configurazioni 93xx sono dotate di cache L3 da 8 MB, mentre nei 9100 il valore scende a 6 MB.

Modello Clock base/Turbo TDP Prezzo
i3 9350 K/KF 4/4,6 GHz 91 W $173
i3 9320 3,7/4,4 GHz 62 W $154
i3 9300 3,7/4,3 GHz 62 W $143
i3 9300T 3,2/3,8 GHz 35 W $143
i3 9100 (anche F) 3,6/4,2 GHz 65 W $122
i3 9100T 3,1/3,7 GHz 35 W $122

A completare la serie desktop, sotto i $100 si collocano i modelli Pentium Gold e Celeron. Sono tutti dual-core, ma i Pentium possono anche beneficiare del supporto HyperThreading. Un'altra differenza è la cache L3, 4 MB nei Pentium e 2 MB nei Celeron. Per qualsiasi modello non è prevista la modalità Turbo Boost.

Modello Clock TDP Prezzo
Pentium Gold G5620 4 GHz 54 W $86
Pentium Gold G5600T 3,3 GHz 35 W $75
Pentium Gold G5420 3,8 GHz 54-58 W $64
Pentium Gold G5420T 3,2 GHz 35 W $64
Celeron G4950 3,3 GHz 54 W $52
Celeron G4930 3,2 GHz 54 W $42
Celeron G4930T 3 GHz 35 W $42

Arriviamo infine ai processori destinati ai portatili, con ottime speranze di vedere per la prima volta degli octa-core nei MacBook Pro da 15", perlomeno nelle configurazioni opzionali più spinte. In generale, Intel sta lavorando attivamente per supportare al meglio i portatili da gioco e tutti i desktop replacement, ribattezzati qui Musclebook, che hanno bisogno di prestazioni comparabili a quelle dei computer fissi in ogni situazione. Nelle situazioni più ottimali sul piano termico, il modello di punta è in grado di arrivare sino a 5 GHz in Turbo Boost. Sempre l'i9 9900HK è l'unico a supportare l'overclock in maniera completa, mentre l'i7 9750H prevede una modalità parziale di overclocking. Per tutti i modelli è previsto l'HyperThreading e il supporto sino a 128 GB di memoria DDR4. Il Thermal Design Power previsto è di 45 W.

Modello Core/Thread Clock base/Turbo Cache L3
i9 9980HK 8/16 2,4/4,9-5 GHz 16 MB
i9 9980H 8/16 2,3/4,7-4,8 GHz 16 MB
i7 9850H 6/12 2,6/4,6 GHz 12 MB
i7 9750H 6/12 2,6/4,5 GHz 12 MB
i5 9400H 4/8 2,5/4,3 GHz 8 MB
i5 9300H 4/8 2,4/4,1 GHz 8 MB
Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.