Valve Steam Deck, la console portatile con AMD Zen 2 nel cuore

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Lorenzo Salomone, Maurizio Guerra.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Il settore delle console non è tra quelli in cui si vedono ogni giorno delle new entry. O meglio, lo era parecchi anni fa. Ora si è cristallizzato perlopiù sui soliti tre nomi: Microsoft, Nintendo e Sony. Chi prova a debuttare lo fa in altri modi, sfruttando il gaming da remoto, come Amazon Luna e Google Stadia. Se parliamo poi di console portatili, il campo si restringe ancora di più. La Switch è l'unica proposta pura nell'ambito, affiancata però da una presenza molto ingombrante chiamata Apple. Non fa vere e proprie console, ma gli iDevice hanno tanta potenza da vendere adattandosi più che bene a fare da compagni di giochi, tra le tante mansioni di cui possono occuparsi. Oggi però Valve, la popolare software house dietro lo store ludico Steam, ha lanciato un nuovo guanto di sfida. Si chiama Steam Deck e ha parecchie frecce al suo arco.

Attorno allo schermo touchscreen LCD da 7", con risoluzione 1280x800 e luminosità 400 nits, sono posizionati tutti i controlli tipici di un dispositivo votato al gioco, con pad direzionali, levette e pulsanti aggiuntivi posteriori. Ai lati sono presenti anche due trackpad e una coppia di pulsanti, uno a sinistra per l'accesso diretto a Steam, l'altro programmabile per azioni rapide. Non mancano altoparlanti stereo, un DSP dedicato e il jack cuffie da 3,5 mm. Il bello lo si trova però sotto la scocca, dato che lo Steam Deck dispone di hardware AMD, nello specifico una CPU quad-core basata sull'architettura Zen 2 con frequenza massima di 3,5 GHz e una GPU RDNA2 con 8 Compute Unit e una potenza che arriva fino a 1,6 TFLOPS. Pur con le dovute differenze, la base è la stessa dei chip presenti su PS5 e Xbox Series S/X. Generosa la dotazione di RAM, 16 GB LPDDR5. Secondo Valve, questa cavalleria è tranquillamente in grado di gestire anche i più recenti giochi classificati "AAA", con supporto adeguato dalla batteria integrata da 40 Wh che garantisce ore di divertimento su una singola carica (chiaramente dipende pure dal titolo). La ricarica avviene tramite la porta USB-C collocata sulla parte superiore, utilizzabile anche per il trasferimento dati nonché il collegamento ad uno schermo esterno. A livello wireless troviamo Wi-Fi 802.11ac dual-band e Bluetooth 5.0. Completa la dotazione uno slot microSD UHS-I.

Guardando al sistema operativo, non troviamo Windows preinstallato sullo Steam Deck. Già da tempo Valve ha una propria distribuzione Linux, SteamOS, espressamente votata al gioco e la sua nuova creatura hardware disporrà della versione 3.0. È basata su Arch Linux e sul desktop environment KDE Plasma, con un'interfaccia predefinita ottimizzata che mette la propria libreria Steam al centro. Per i giochi sviluppati per Windows, è stato predisposto uno strato di compatibilità denominato Proton. Benché non nasca per questo scopo, lo Steam Deck potrà essere adoperato come un PC tradizionale, collegando tastiera e mouse e potendo usufruire di KDE al completo o, se lo si desidera, persino di Windows installandolo manualmente. Per agevolarne ulteriormente l'utilizzo fisso, verrà introdotto anche un dock che aggiunge 3 porte USB-A (una in versione 3.1, le altre due 2.0), una HDMI 2.0 e una DisplayPort 1.4.

Lo Steam Deck farà il suo debutto a dicembre 2021, anche in Italia, con tre configurazioni tra cui scegliere. Non è un caso che sopra non abbiamo minimamente accennato ai tagli di memoria, perché sono la principale variante. Si parte dal modello base, con 64 GB di memoria eMMC e custodia, proposto al prezzo di 419€. Salendo a 549€ si potrà ottenere la variante intermedia, con 256 GB di SSD NVMe e un bundle esclusivo. Al vertice il modello da 679€ prevede 512 GB di SSD NVMe, il già citato bundle esclusivo, un trattamento acidato antiriflesso per il vetro dello schermo, una custodia di qualità superiore e un tema speciale da utilizzare nella tastiera virtuale di sistema. Le prenotazioni partiranno nelle prossime ore, col requisito di avere un account Steam che abbia effettuato almeno un acquisto sul negozio digitale prima dello scorso giugno (da domenica questa prelazione aggiuntiva verrà rimossa e sarà sufficiente un qualsiasi account). Si potrà acquistare una sola Steam Deck per ogni account ed è richiesta una piccola "caparra" di 5€, che verrà scalata dal prezzo finale. La prenotazione potrà essere annullata in qualsiasi momento, anche se le cancellazioni effettuate dopo 30 giorni non prevederanno il rimborso sul metodo di pagamento utilizzato ma solo sul saldo virtuale di Steam.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.