Apple farà accettare pagamenti esterni alle app di incontri in Olanda

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Stefano Ferri, Giuseppe Marino.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Per mesi abbiamo assistito alla battaglia legale tra Epic ed Apple dovuta al vincolo dei pagamenti su App Store, ma in un'altra parte del mondo, per una categoria di app completamente diversa, la storia è andata diversamente. Con un comunicato stampa Apple ha fatto sapere di aver abilitato per la prima volta il pagamento con servizi esterni per le app di incontri in Olanda.

L'azione è stata sostanzialmente imposta dalla Netherlands Authority for Consumers and Markets (ACM) ed Apple ha intenzione di fare appello, ma al momento sarà costretta a fornire dei diritti speciali ad alcuni sviluppatori affinché modifichino le loro app per supportare dei sistemi di pagamento esterni.

Ciò causerà la perdita della commissione diretta per Apple che tuttavia potrebbe richiederla a posteriori sulle transazioni esterne, poiché la ACM non ha delegittimato la commissione quanto l'imposizione del servizio unico di pagamento. Nel frattempo Apple ci ha tenuto ad evidenziare i potenziali rischi per i propri utenti, ricordando che non potrà rispondere per eventuali problemi di sicurezza o fornire dei rimborsi se si utilizzeranno dei sistemi di pagamenti terzi.

A differenza del caso Epic contro Apple, che ha visto le due aziende fronteggiarsi direttamente, qui il procedimento legale ha avuto inizio a seguito si una segnalazione di Match Group, proprietario di Tinder, per abuso di posizione dominante, ma l'investigazione è stata portata avanti dall'antitrust olandese.

La stessa ha condannato Apple sostenendo che impedire agli utenti di usufruire di sistemi di pagamento in-app terzi non è accettabile. Dunque ha dato loro un ultimatum: adeguare entro oggi le condizioni per consentire alle app di incontri i sistemi di pagamento terzi oppure pagare fino a 50 milioni di € di multa. Apple ha scelto la via morbida.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.