Lavorando da più di 10 anni sul web, i client FTP sono il mio pane quotidiano. E ne ho usati veramente molti, sia su Windows che su Mac. Quando si tratta di creare un sito, una semplice vetrina o un'ecommerce, sono molto comode le applicazioni che permettono di creare dei progetti configurando anche il server FTP. In questo modo i file creati o modificati possono essere inviati online dallo stesso software con il quale li editiamo. Appartiene a tale categoria anche l'ottimo Espresso, da me recensito qualche tempo fa e che uso con discreta soddisfazione.

Ma quando si tratta di avere un accesso diretto ad un server FTP/sFTP/WebDAV/etc.. esclusivamente per scambiare dei file, serve un'applicazione dedicata. Su Mac esiste l'open-source CyberDuck, gratuito con donazione incoraggiata, che al momento si trova in fase di private beta anche per Windows (presumibilmente arriverà in forma completa entro il 2011). Questa piccola e storica applicazione è incredibilmente potente, stabile e performante. Riesce infatti a sopperire in modo egregio non solo alle esigenze del privato, ma spesso anche a quelle del professionista. Per di più ha anche una interfaccia molto curata ed in perfetto stile Mac, localizzata in moltissime lingue (compreso l'italiano).

cyberduck

Perché dunque cercare altrove? In effetti di norma non servirà nulla più di CyberDuck, eppure vi sono decine di altre soluzioni commerciali nella stessa categoria, ognuna con proprie caratteristiche. Mi riferisco ad esempio alla doppia finestra, alla sincronizzazione locale<->remoto, alla navigazione parallela su cartelle e tanto altro ancora. Da ieri c'è un'offerta su MacUpdate Promo di un applicazione FTP che non conoscevo: Interarchy. L'ho voluta testare visto il costo considerevole di vendita e ne sono rimasto molto deluso. In un video si parlava di una modalità iFTP super-mega-iper veloce. Ho provato a mandare un file di 700MB sulla Apple TV tramite CyberDuck e poi tramite l'iFTP di Interarchy ed è stato il primo invece a risultare più veloce. E neanche di poco, ma di ben il 50%. E poi anche le altre funzioni pubblicizzate le ho trovate veramente pessime. Mi sbaglierò, ma proprio non capisco come si faccia a vendere a caro prezzo un software simile quando per molti versi va peggio di uno gratuito e piuttosto conosciuto.

Tra gli altri client FTP da me acquistati ed usati con soddisfazione per esigenze un po' più specifiche rispetto a CyberDuck, segnalo l'ottimo Flow, con una interfaccia similissima al Finder, buone prestazioni e funzioni di editing integrate (anche di CSS):

flow

E poi quello che reputo indiscutibilmente il numero uno dei client FTP, che ho acquistato l'anno scorso e di cui ormai non potrei più fare a meno: Transmit.

transmit

Ora qui non si tratta proprio di una vera recensione per cui sarò molto stringato. Però vi elenco le sue principali caratteristiche positive secondo il mio giudizio:

  • interfaccia curatissima e ben organizzata
  • prestazioni molto elevate
  • aggiornamenti frequentissimi
  • doppia finestra locale/remoto per semplificare le operazioni di upload/download
  • ottimo strumento di sincronizzazione di file e cartelle
  • possibilità di creare dei droplet (icone su cui draggare dei file che li inviano direttamente sul server ftp indicato)
  • browsing sincrono delle cartelle: se avete un progetto locale pubblicato anche in remoto, potete navigare su una sola delle due posizioni e l'altra vi seguirà automaticamente
  • possibilità di montare un server FTP/sFTP/Bonjour/etc.. direttamente come unità di rete: in pratica potrete avere l'icona del server sulla scrivania ed accedervi direttamente dal Finder come fosse un normale volume di rete
  • sincronizzazione dei collegamenti tramite MobileMe: ve li troverete su tutte le altre postazioni

Per questi e per tanti altri motivi, Panic Transmit 4 è per me il client FTP migliore che esista in ambiente Mac ed il prezzo di $34 è anche piuttosto accessibile. Ma per tutti quelli che non necessitano di un'applicazione così completa e potente, CyberDuck rimane ancora la scelta migliore e gratuita (donazione a parte).