Di recente ho pubblicato la recensione dell'ottimo NAS di Synology DS211j. Come ho avuto modo di evidenziare, uno dei punti di forza del prodotto è il sistema operativo DSM, che gli conferisce grande flessibilità. Fino a ieri ho lavorato con la versione 3.0, mentre la 3.1 era in beta. Ora che è stata rilasciata la definitiva ho però provveduto all'aggiornamento.

Nel Download Center basta selezionare il modello del proprio NAS e scaricare il SO da una delle sorgenti in mirror elencate, di norma conviene quella europea alle nostre latitudini:

dsm-download

Dopo aver scaricato il file .pat bisogna accedere al NAS via web e selezionare Aggiornamento DSM:

dsm-3.0

Qui si seleziona il file appena scaricato tramite il tasto sfoglia e basta cliccare su OK per avviare la procedura.

dsm installazione

Dopo circa 5 minuti il NAS si riavvia e viene presentato direttamente il nuovo DSM 3.1. L'operazione non causa perdita di dati e/o configurazioni, per cui si può eseguire senza timori (seppure un backup sia sempre consigliabile a prescindere).

dsm-3.1

La prima cosa che si nota è la presenza di due nuove icone nel Pannello di controllo:

  • Backup di rete
  • Server mail

I miglioramenti apportati però vanno decisamente oltre, eccone un elenco piuttosto esaustivo direttamente dalle note di rilascio di Synology:

  • Aumento dell’efficienza di gestione – La possibilità di gestire volumi multipli su un singolo RAID permette agli utenti di espandere in maniera dinamica le dimensioni di volume e gestire efficacemente l’archiviazione. La condivisione di stampanti, fax e scanner tramite stampanti multifunzione aumenta l’efficienza di molte operazioni. Inoltre, il migliorato File Browser permette l’indicizzazione del database tramite nome del file, criteri di ricerca avanzati attraverso la ricerca veloce e l’anteprima di documenti, immagini o video
  • Aumento della disponibilità di dati – Synology Hybrid RAID protegge dal guasto simultaneo di fino a due hard disk. Inoltre, la caratteristica Shared Folder Sync permette agli utenti di sincronizzare determinate cartelle da una DiskStation all’altra in tempo reale. Gli utenti saranno in grado di condividere facilmente documenti ed effettuare il backup immediato su DiskStation in caso di errore dell’hardware. Il backup di cartelle condivise su destinazioni multiple è ora supportato per più livelli di protezione. Il supporto Windows ACL permette inoltre di recuperare i dati insieme alle impostazioni di accesso preconfigurate
  • Miglioramento delle capacità di dispositivi mobili, incluso iPad – Sono disponibili tre applicazioni specifiche per iPad: DS Cam, DS Photo+ e DS Audio offrono agli utenti un’esperienza pratica e intuitiva nel gestire i propri file. Il supporto AirPrint inoltre permette agli utenti di stampare documenti in modalità wireless da iPhone e iPad tramite stampanti AirPrint connesse a DiskStation
  • Maggiore divertimento multimediale – Download Station non solo supporta la ricerca di file e i feed RSS, permette anche di visualizzare l’anteprima dei file torrent. Audio Station possiede un equalizzatore, un mini player, e permette di creare playlist personalizzate e modificare i tag ID3. A questo si aggiunge Photo Station, che permette all’account di ciascun utente di salvare i propri album di foto e blog e supporta la condivisone di foto su facebook, twitter e Plurk.
  • Miglioramento delle funzioni di sorveglianza – Surveillance Station 5 funziona con Internet Explorer, Firefox e Chrome. La funzione Smart Search permette agli utenti di rilevare qualunque movimento, oggetti mancanti o estranei, occlusioni di obiettivo, perdita di focus e corregge la qualità dell’immagine per visualizzazioni dettagliate

Io mi sono permesso di sottolineare il supporto per AirPrint sulle stampanti collegate via USB al NAS, ma ogni utente noterà diversi elementi di vantaggio da questo aggiornamento in base al proprio utilizzo.

Ci tengo a ricordare una cosa che il mio amico sistemista Domenico mi ribadisce continuamente: i sistemi stabili non si toccano. Ovvero in presenza di bug o di importanti migliorie per le proprie attività è chiaro che passare dal 3.0 al 3.1 sarà utile, ma in tutti gli altri casi non è strettamente necessario procedere con l'upgrade.