Continuano gli annunci di nuovi prodotti al CES 2012, che arrivano come fossero pioggia. Stasera l'ambito di cui parliamo riguarda anche Apple: si tratta infatti della porta Thunderbolt, piuttosto sottosfruttata nel 2011, ma che vede nel nuovo anno nuove e interessanti opportunità, anche considerando lo sbarco nel mercato PC previsto nel corso dei prossimi mesi, più o meno in concomitanza con le soluzioni basate su Ivy Bridge (le quali comunque potrebbero non essere tutte dotate di Thunderbolt, la sua presenza sarà anche in base al singolo OEM). Tra le aziende con il maggiore impegno sull'emergente tecnologia di trasferimento dati, troviamo Elgato, LaCie e Belkin. Vediamo cosa hanno presentato.

La soluzione di Elgato è essenzialmente un SSD esterno, utile per l'archiviazione di dati ad alta velocità grazie non solo alle performance dell'SSD stesso ma anche a quelle di Thunderbolt. Alta, ma a dire il vero nemmeno eccezionale: alla nuova porta dati targata Apple/Intel fa "quasi il solletico", dato che parliamo di un picco di 270 MB/s (la velocità di Thunderbolt è di 10 Gbit/s bidirezionali, pari a più di un GByte/s).

Di piccole dimensioni e disponibile negli USA dal prossimo mese, presenta due tagli: 120 e 240 GB. L'alimentazione arriva direttamente dalla porta stessa, dunque non vi è necessità di adattatori esterni a riguardo. Data la giovinezza di Thunderbolt, ancora non si tratta di prezzi alla portata di tutti: la versione da 120 GB viene sui 420 $, mentre quella da 240 arriva a 700 $. Se Elgato porterà questo prodotto in Europa, c'è da aspettarsi prezzi abbastanza simili come cifre.

LaCie non è nuova a Thunderbolt: è presente con prodotti dedicati già da alcuni mesi. Quelli annunciati nelle scorse ore sono espansioni a una linea che inizia a diventare sempre più ricca. Due sono le soluzioni sul palcoscenico del CES: 2big ed eSATA Thunderbolt hub. 2big già dal nome suggerisce che si tratta di un prodotto alquanto imponente per capacità e prestazioni. Si tratta di una soluzione perlopiù destinata alle aziende che contiene 2 hard disk con spazio complessivo fino a 8 TB, gestito tramite controller RAID. In caso di problemi, inoltre, la modalità hot-swap, molto utilizzata anche nei server, consente il cambio rapido di una delle unità anche mentre il dispositivo è acceso.

La velocità di picco offerta da 2big è di 311 MB/s, ottima se si considera che stiamo parlando di hard disk meccanici in RAID e non di SSD. La modalità daisy-chain consente inoltre di collegare in serie più unità del genere, in modo rapido ed efficiente. Prezzi e dettagli sulla disponibilità non sono stati resi ancora noti, ma l'azienda francese conta di rilasciare 2big entro il primo trimestre.

Sempre di LaCie è l'eSATA Thunderbolt hub. Si tratta di un adattatore che consente di usare su Mac hard disk esterni sviluppati con la connessione eSATA, non disponibile sui computer Apple. L'eSATA Thunderbolt hub può essere utilizzato per un massimo di due unità eSATA alla volta, ma grazie a una seconda porta Thunderbolt e alla modalità daisy chain è possibile collegare fino a sei di questi dispositivi in serie per un totale di 12 dischi eSATA a propria disposizione. Anche per questo prodotto si parla di primo trimestre come data di rilascio.

Belkin, come Elgato, è ai suoi esordi commerciali per quanto riguarda i prodotti Thunderbolt. Già al lavoro da mesi attraverso alcuni prototipi mostrati ai forum periodici di Intel, l'azienda ha finalmente svelato il suo primo dispositivo: la Thunderbolt Express Dock, un hub di espansione che aggiunge un nutrito numero di porte a quelle presenti di serie nei Mac.

Quello presente qui sopra è solo un render ufficiale, in quanto Belkin ha solamente rilasciato dettagli relativi al prodotto, alle sue funzionalità e alla data di rilascio, ma senza svelarne il design definitivo. La dotazione di porte è composta da due USB 2.0, due Thunderbolt aggiuntive, una Firewire 800, una HDMI, una Ethernet e un jack cuffie da 3,5". Sarà in vendita negli USA a partire dall'estate.

Insomma, finalmente attorno a Thunderbolt sta crescendo l'interesse. Chissà che Apple, come altre volte, non abbia azzeccato a giocare di anticipo: ma questo solo il tempo saprà dircelo. Per quanto riguarda oggi, con il CES 2012 è tutto. Appuntamento a domani mattina: nel corso della notte, a Las Vegas ancora pomeriggio, si svolgeranno diversi keynote, tra cui quello di Microsoft, l'ultimo della sua storia al CES. Su SaggiaMente riporteremo i principali dettagli e i prodotti svelati durante la nottata italiana.