Su una cosa si deve dare credito, a Microsoft: che quando promisero di proseguire attivamente il supporto per le versioni non-Windows di Skype erano seri. Dopo una buona serie di release nei mesi precedenti, l'azienda di Redmond ha rilasciato poche ore fa una nuova release di Skype per Mac, la 5.6. Non porta tantissime novità, ma quelle che ci sono non devono essere disprezzate, anzi. Vediamo che cosa contiene questo aggiornamento.

Curioso come nonostante siano passati ormai mesi dal completamento dell'acquisizione, in Skype non c'è alcuna traccia del brand Microsoft: forse l'azienda di Ballmer ha deciso di dare una parvenza di continua autonomia per il popolare servizio VoIP. Al di là di questo dettaglio curioso, la novità principale è certamente quella relativa agli aggiornamenti automatici. D'ora in poi sarà il software stesso a proporre all'utente ed eventualmente installare il nuovo rilascio. L'opzione si potrà comunque disattivare dalle Preferenze, per chi volesse avere più controllo sull'operazione di update.

Altra novità è il supporto alla modalità full-screen di Lion e Mountain Lion, testimoniata dal classico pulsante con le frecce alla destra della barra del titolo:

Al di là di quello, però, non è che faccia molto, dato che l'interfaccia rimane sempre la stessa, semplicemente ingrandita. Ad ogni modo, è pur sempre un gradito supporto per chi fa uso delle app a tutto schermo.

Altre novità minori sono costituite da una interfaccia rinnovata per le videochiamate di gruppo, con la possibilità di passare tra una modalità dinamica e non dinamica (nella modalità dinamica, il partecipante che sta parlando viene posto al di sopra degli altri), la possibilità di cancellare le conversazioni dalla cronologia e, dalle Preferenze, di disattivare il controllo automatico del guadagno audio per ridurre il rumore ambientale di sottofondo durante le conferenze. L'aggiornamento è scaricabile da qui.