A maggio dello scorso anno abbiamo visto i primi vagiti di un'app in grado di sviluppare file RAW direttamente su iPad. L'esperimento di Adobe era ancora lontano da essere considerato usabile, ma mostrava le ottime potenzialità dei tablet Apple anche in un task di lavoro professionale. Pensate che si era riuscito ad elaborare i parametri base di un RAW della Nikon D800, quindi da 36MP, e anche di navigarlo al 100% senza rallentamenti con un iPad di seconda generazione.

Insomma, le possibilità c'erano e dopo circa 8 mesi di lavoro potremmo essere vicini ad un rilascio ufficiale. Stando allo screenshot catturato da 9to5mac, Adobe sarebbe in effetti prossima a lanciare una versione mobile del suo celebre software di catalogazione ed elaborazione fotografica, offerta con un canone annuale di $99.

lightroom

L'app avrebbe quindi peculiarità di tipo web based, probabilmente anche per la sincronizzazione con la versione desktop. Sembra infatti impossibile pensare di riversare un intero catalogo fotografico su iPad, anche per semplici questioni di spazio, ma potrebbe essere una soluzione quella di lavorare in remoto grazie ad un sistema di sync del file in uso. È difficile prevedere con esattezza il workflow ipotizzato da Adobe ma siamo quasi sicuri che gli sforzi profusi nella creazione di un RAW ridotto, che abbiamo visto nell'ultima versione di Lightroom, abbiamo ripercussioni positive anche nell'uso in mobilità. Non sappiamo se l'abbonamento sarà l'unica forma di utilizzo disponibile ma è comunque probabile che il servizio in questa sua forma venga fornito gratuitamente a tutti i sottoscrittori della Creative Cloud al completo. Visto il leak ottenuto per un errore sullo store, è possibile che il rilascio ufficiale sia davvero imminente.