Anche se Apple, purtroppo, ha deciso di eliminare il ricevitore ad infrarossi dai Mac di ultima generazione (sia per renderli più sottili sia perché è possibile controllare iTunes tramite l'app Remote per iOS), non sono ancora pochi gli utenti che utilizzano il proprio computer di qualche anno fa per ascoltare la propria musica preferita, magari dopo averlo collegato al proprio impianto stereo.

spotify-mac

Ad oggi sempre più utenti utilizzano Spotify in luogo di iTunes, visto che, a fronte del pagamento di € 9,99 mensili, pari all'acquisto di 7 canzoni sullo Store musicale di Apple, si può ascoltare un catalogo musicale sterminato.

Chi è abituato a usare l'Apple Remote per cambiare canzone, non può non notare che esso non funziona con il player di Spotify: proprio per questo uno sviluppatore indipendente ha creato Spotify Mac Remote, un piccolo plugin che permette di colmare questo gap e che ci è stato segnalato dal nostro lettore Dario che, ovviamente, ringraziamo.

Dopo aver scaricato il plugin da Github, occorrerà installarlo avviandone il processo con un doppio click sull'icona e seguire la procedura guidata. Per disinstallarlo, invece, occorrerà aprire la cartella Macintosh HD/Library/Application Support/SIMBL/Plugins ed eliminare il file SpotifyRemote.bundle.

Con il rilascio di nuove versioni del player di Spotify il plugin potrebbe smettere di funzionare correttamente: in tal caso basterà consultare il sito dello sviluppatore per sapere se ne è stato rilasciato un aggiornamento di compatibilità.