Dopo due mesi dall'annuncio dell'acquisizione di Beats Electronics e Beats Music da parte di Apple, la Commissione Europea approva l'operazione.

Beats-Apple

Secondo la Commissione, l'incorporazione delle due società non crea alcuno squilibrio nel mercato interno, poiché la quota di mercato che raggiungono assieme le due società è abbastanza bassa: infatti, per la produzione e la vendita di cuffie e casse, Apple dovrà vedersela con gli altri produttori come Bose, Sony, Sennheiser, etc., mentre, per quel che riguarda la musica digitale, la quota di mercato di Cupertino rimane invariata poiché Beats non ha mai offerto il suo servizio di streaming in Europa, continente nel quale, comunque, la pluralità degli operatori è garantita dalla massiccia presenza di servizi quali Spotify e Deezer. Infine, sempre secondo la Commissione Europea, l'acquisizione non ha portata tale da poter convincere Apple ad escludere i servizi concorrenti da iOS.

Dunque, Apple potrà competere nel mercato degli accessori per la musica e in quello dello streaming musicale liberamente, senza alcun pericolo per i concorrenti. Speriamo che, in futuro, il livello qualitativo dei prodotti Beats migliori sensibilmente (anche se pare che le Beats Solo 2 siano di qualità superiore rispetto al vecchio modello, pensato più per chi segue la moda del momento).