Novità sul fronte sicurezza nelle scorse ore da parte di Apple. Dopo aver introdotto durante il 2014 la generazione di password specifiche per singole app di posta/calendario/contatti di terze parti e l'autenticazione in due passaggi per ID Apple e iCloud.com, ora questa si estende ad altri due servizi di Cupertino, ovvero iMessage e FaceTime. Tra le prime testate ad aver rinvenuto la novità vi è il Guardian.

facetime

Il primo passo, se non lo si è già fatto, è quello di abilitare l'autenticazione in due passaggi dalle impostazioni del proprio ID Apple. Una volta completata l'operazione, irreversibile, l'accesso ai servizi di messaggistica Apple su nuovi dispositivi richiederà non solo la regolare password ma anche la digitazione di un PIN "usa e getta" di verifica da ottenere su un altro iDevice tra quelli associati oppure su un numero di cellulare fornito nella fase iniziale di configurazione. Lo stesso avverrà pure ogni volta che si intendessero fare modifiche all'interno delle apposite sezioni in Impostazioni. Con questa iniziativa Apple spera di dare un nuovo giro di vite ai furti di identità, limitando il raggio d'azione del malintenzionato che pur disponendo della password non sarà in grado di compiere alcuna azione se sprovvisto di PIN. Ai fini di una maggiore sicurezza, che non è mai abbastanza, auspichiamo il proseguimento di queste iniziative, estendendole ad altri servizi per ora non coperti.