Una delle caratteristiche più interessanti dei nuovi iPad Pro, sia da 9,7" che da 12,9", è Smart Connector. Si tratta di una porta con attacco magnetico (come la MagSafe nei Mac) tra il dispositivo e l'accessorio, che permette in contemporanea lo scambio di dati e l'approvvigionamento di alimentazione al prodotto collegato. L'esempio d'uso più eclatante è la Smart Keyboard. Come qualsiasi tecnologia, non è priva di margini di ulteriore ottimizzazione. Un nuovo brevetto, rinvenuto da AppleInsider, sembra suggerire proprio le prossime mosse da Cupertino in tal senso.

brevettoconnector

In particolare, si starebbe studiando il modo di adoperare la porta Smart Connector per il collegamento simultaneo di più accessori. La soluzione proposta da Apple nella proprietà intellettuale depositata è piuttosto semplice: le connessioni verrebbero impilate una dopo l'altra, sempre adottando la medesima modalità magnetica della porta principale. Ciò permetterebbe non solo di aumentare le capacità di espansione esterna del dispositivo, ma pure di farlo senza dover fisicamente aggiungere altre porte nella scocca.

Riguardo al tipo di connettore, non appaiono ancora esserci idee definitive. Apple ha previsto tre possibilità: la prima prevede un "disco" simile a quello del cavo di ricarica dell'Apple Watch, con tre contatti per l'innesto all'attuale Smart Connector. La seconda modificherebbe invece la forma dei contatti in cerchi concentrici, rendendo più difficile la compatibilità con l'hardware attuale. La proposta più interessante è però la terza, che prevede di riutilizzare una conoscenza già nota, ovvero Lightning. All'interno del connettore reversibile verrebbero infatti inseriti due contatti di collegamento alla porta Smart. Presumendo che non costituisca problema l'assenza del terzo contatto, consentirebbe di poter scegliere tra le due tecnologie già esistenti a seconda della necessità del momento.

lightningmagnetica

Come qualsiasi brevetto, dallo sviluppo su carta all'implementazione commerciale potrebbe passarne di tempo e nulla garantisce che Apple decida di proseguire con tale idea. Uno dei legittimi interrogativi posti da AppleInsider riguarda le capacità di Smart Connector nella sua forma corrente: avrebbe già un bus di comunicazione adeguato a supportare più dispositivi collegati contemporaneamente? In assenza di dati concreti sul campo per capirci meglio, l'ipotesi migliore è che pure con un occhio alle vendite l'azienda possa propendere per legare tale peculiarità alle prossime generazioni di iPad. Al solito, gli elementi per darci tutte le risposte definitive sono nel futuro che verrà.