Benché nella medesima categoria dei social network, parlare di competizione vera e propria tra Facebook e Twitter è un po' azzardato. Si tratta più di una sfida a colpi di funzionalità, rimanendo per il resto su filosofie e target d'utenza relativamente separati, che possono tranquillamente convivere. Al centro delle ultime mosse di entrambi vi è senza dubbio la multimedialità, che vede foto e video sempre più protagonisti dei post. Il servizio di Mark Zuckerberg conserva ancora il vantaggio in tal senso, grazie a Instagram, all'app fotografica Moments e ad altre soluzioni integrate nel social stesso. Twitter si difende col duo Vine/Periscope e con strumenti di ritocco per le foto prima di twittarle, che oggi vengono espansi.

twitterstickersfoto

Image from TechCrunch.

Credevate che gli stickers sarebbero rimasti esclusiva delle app di messaggistica? Il network guidato da Jack Dorsey non è dello stesso parere. Questi elementi grafici potranno essere applicati liberamente alle immagini prima della pubblicazione, in qualsiasi punto, ridimensionabili e anche sottoposte a rotazioni. Il set comprende pressoché tutte le emoji sinora implementate negli standard Unicode nonché stickers personalizzati e raggruppati anche in base a specifici eventi. Premendo su un elemento sarà possibile accedere a una nuova schermata in cui saranno presenti non solo la singola foto, ma tutte quelle in cui lo stesso sticker è presente. La funzionalità approderà nel corso delle prossime settimane all'interno delle app per iOS e Android, mentre via web ne sarà permessa la sola visualizzazione. Se qualcun altro come me ha avuto una sensazione di déjà-vu, è probabilmente dovuta al fatto di aver posseduto un Nokia Serie 40 il cui editor permetteva qualcosa di molto simile, seppur con meno oggetti disponibili. Quando si dice che a volte ritornano...

In linea alle tendenze odierne è invece la funzionalità che Facebook sta introducendo su scala globale, Slideshow. Introdotta un po' alla chetichella nell'app Moments lo scorso agosto, dopo un periodo Beta sta per fare la sua comparsa anche nel prodotto principale.

Agisce analogamente all'assistente automatico in Google Foto e alla nuova sezione Memorie che arriverà in iOS 10. Raccoglie foto e video scattati all'interno di un periodo prestabilito, nel caso di Facebook le ultime 24 ore, e al momento di pubblicare un nuovo stato propone di raggrupparli in un filmato unico, che si può lasciare così come viene elaborato dall'app oppure modificare, aggiungendo o rimuovendo elementi così come scegliendo un altro dei temi presenti, ognuno con propri effetti e colonna sonora. Questa ulteriore opzione multimediale arriverà inizialmente solo sui dispositivi Apple, mentre gli altri dovranno attendere ancora un po'. Essendo l'anno ancora lungo, possiamo stare certi che l'arsenale di Facebook e Twitter ha ancora parecchio in serbo, a tutto vantaggio dei loro utenti.