I MacBook Pro da poco annunciati sono per Apple una pietra miliare nell’evoluzione dei computer portatili, o almeno questo è il messaggio lasciato trasparire durante la presentazione dello scorso 27 ottobre. Se ci aspettiamo che il dispositivo più recente abbia sempre qualcosa in più di quello che si lascia alle spalle, dobbiamo invece soffermarci su ciò che talvolta c’è in meno. Siamo già a conoscenza delle principali mancanze dei nuovi MacBook Pro: dalla linea di tasti funzione che lascia spazio alla nuova Touch Bar, passando per l'addio al MagSafe, alle porte USB-A, al lettore SD e perfino alla tradizionale "mela luminosa". Ma come segnala il portale Pingie, i nuovi portatili della casa di Cupertino lasciano indietro anche un’altra caratteristica, qualcosa di più effimero e dal sapore quasi nostalgico, ovvero il tipico chime di accensione di tutti i computer Mac, spesso soprannominato in via onomatopeica Bong.

In questo video l'evoluzione di chimes dei computer Apple: l'ultimo update risale al 1998

Chi acquisterà uno dei nuovi MacBook Pro all’avvio del sistema non avrà più modo di sentire il caratteristico suono. Il motivo sta nel fatto che i più recenti portatili Apple si accenderanno all’apertura del display, senza necessità di premere alcun tasto, e forse per evitare suoni non desiderati, Apple ha preferito che questa operazione venisse compiuta in modo del tutto silenzioso. D’altronde anche io, sul mio MacBook Pro di vecchia generazione ho preferito che il classico Bong non venisse mai riprodotto, proprio per evitare eccessivo rumore in ambienti quali una biblioteca o un’aula universitaria. Per silenziare definitivamente il mio Mac all'avvio ho utilizzato il già consigliato tool gratuito OnyX, oppure è possibile eseguire l’operazione in maniera ancora più veloce digitando la seguente stringa da Terminale:

sudo nvram SystemAudioVolume=%80

Per riattivare il suono d’avvio invece:

sudo nvram -d SystemAudioVolume
onyx-suono-avvioOnyX permette di disabilitare il suono d'avvio di qualunque Mac

Per chi fosse interessato, potrà ripristinare il Bong anche sui nuovi MacBook Pro, con una procedura da Terminale simile alla precedente, digitando:

sudo nvram BootAudio=%01

Per disattivarlo di nuovo, basterà immettere invece:

sudo nvram BootAudio=%00

Non solo: chi lo desiderasse, avrà la possibilità di ripristinare pure l'avvio tramite tasto. L'area del Touch ID può infatti essere premuta, ricalcando il pulsante d'accensione dei predecessori. Come riporta iDownloadblog, la medesima procedura dovrebbe riattivare automaticamente anche il suono d'avvio. Sempre agendo da Terminale, occorrerà digitare:

sudo nvram AutoBoot=%00

In caso di ripensamento, si potrà riportare il nuovo Mac al suo comportamento naturale con la seguente stringa:

sudo nvram AutoBoot=%03

Un altro piccolo grande cambiamento dei MacBook Pro 2016 si trova nella procedura di reset della NVRAM. Questa sigla, che sta per non-volatile random-access memory, indica una piccola quantità di memoria che il computer utilizza per registrare alcune impostazioni di sistema quali il volume degli altoparlanti, la risoluzione del display, il disco di avvio selezionato ed eventualmente un registro dei recenti kernel panic. Questa è in pratica la porzione di memoria a cui il computer fa riferimento prima di avviare il sistema operativo, qualsiasi esso sia. Resettare la NVRAM può essere utile qualora si riscontrino problemi riguardanti gli aspetti sopra elencati, ma anche ogni volta che venga effettuata una modifica hardware come un cambio di hard disk, una sostituzione dei moduli RAM, etc…

macbook-pro-2015-tastiera

Sui Mac recenti per resettare la NVRAM era necessario riavviare il sistema e premere la combinazione di tasti ⌘⌥PR fino al secondo riavvio, identificato dal secondo ormai semi-defunto Bong. Questa combinazione con i tasti P ed R deriva dal fatto che sui sistemi più vecchi anziché la NVRAM si utilizzava una memoria detta PRAM, parameter-RAM. La procedura riservata ai MacBook Pro di nuova generazione, invece, prevede questi step:

  • Spegnere il Mac (attenzione spegnere, non riavviare)
  • Accenderlo e premere immediatamente la combinazione ⌘⌥PR (questa non è cambiata)
  • Mantenere la combinazione di tasti premuta per almeno 20 secondi
  • Rilasciare i tasti

Insomma un set di operazioni non diversissimo ma meno trasparente, poiché non abbiamo più un feedback chiaro dell’avvenuto reset se non per il tempo trascorso. Anche la procedura sopra descritta per riattivare il suono d'avvio potrebbe non essere d'aiuto in quanto resettando la NVRAM andrà nuovamente a disattivarsi.