L'evento odierno di Microsoft non è stato solo hardware, ma anche software. Un trait d'union tra le due parti è però la vocazione delle novità: ai creativi, alla produzione multimediale e anche fisica di oggetti. Sin dal nome il prossimo aggiornamento di Windows 10, Creators Update, testimonia tutto ciò. Svariate novità, che non coprono però solo l'ambito artistico. Vediamole qui sotto.

windows10paint3d

Image from The Verge.

È la progettazione 3D ad aver avuto particolare risalto, grazie al rinnovamento di una vecchia conoscenza. Chi ha utilizzato Windows quasi certamente avrà avuto a che fare con Paint, il programma di disegno base incluso nel sistema. Presente sin dalla prima versione, aveva ricevuto l'ultimo rinnovo di peso nel 2009 con Windows 7, mentre da 8 in poi era stato solo affiancato da un'app opzionale chiamata Fresh Paint e molto votata al touch. Ora non ci saranno due app con strade separate, perché Paint si è evoluto, diventando una Universal App ed espandendo fortemente le sue capacità. Oltre alle classiche funzionalità di disegno, anch'esse migliorate, ora è in grado di creare e manipolare oggetti virtuali 3D, approntandoli per l'eventuale stampa fisica. Per far sfoggio di questo nuovo potenziale, insieme al nuovo nome Paint 3D è stata creata una community dedicata, Remix 3D. Comparandolo a una sorta di Instagram tridimensionale, o meglio ancora a DeviantArt, gli utenti potranno caricare i loro progetti nonché visionare e commentare quelli altrui.

windows10vr

Il supporto agli oggetti 3D sarà integrato anche nelle app Office e nel browser Edge. Lato hardware, molta enfasi è stata posta sui visori: gli HoloLens presto avranno compagnia. Al fine di coprire tutte le fasce di mercato, Microsoft si affiderà agli altri OEM, seguendo la strategia tradizionale del software in licenza. Acer, Asus, Dell, HP e Lenovo sono già a bordo di questa nuova iniziativa, che prevede un prezzo relativamente modico di partenza, ossia $299. Per vedere i primi visori Windows-powered dovremo però attendere il 2017.

windows10mypeoplebar

Al di là della creatività 3D, Microsoft ha pensato anche al settore ludico, puntando nello specifico allo streaming. Da alcune settimane, infatti, l'azienda ha acquisito Beam, un servizio concorrente di Amazon Twitch e Google YouTube Live. Tutti i componenti necessari alla trasmissione saranno integrati nel Creators Update, mettendo i videogiocatori in condizione di mostrarsi in azione sin da subito. Interessante è anche la possibilità di creare un proprio piccolo circuito multiplayer, definendo gioco, regole e obiettivi. La parte tecnica sarà gestita dal circuito Xbox Live, riducendo al minimo gli interventi da parte dell'utente. Rimanendo nella tematica dell'interazione coi propri contatti, la barra delle applicazioni otterrà una nuova sezione, denominata MyPeople, pensata a velocizzare l'avvio di nuove comunicazioni con le persone che più contano per noi. Con due click si potrà così inviare un messaggio, effettuare una chiamata Skype e altro ancora.

windows10creatorsupdate2017

Bisogna dire che in realtà a New York oggi sono state presentate solo alcune novità di Windows 10 Creators Update. Come riporta WindowsCentral, in realtà la lista è molto più ricca, comprendendo il ritorno delle anteprime offline per i contenuti caricati su OneDrive, una nuova UI per l'antimalware integrato Windows Defender, una riorganizzazione delle impostazioni rapide nel Centro Notifiche, più possibilità di personalizzazione per i colori dell'interfaccia di sistema, il supporto Bluetooth GATT per i dispositivi indossabili, la ripresa in stile Continuity di un lavoro iniziato su un altro dispositivo con Windows 10, una modalità Continuum migliorata e altro ancora. Potrebbe inoltre non essere lontano l'arrivo di un'app per la creazione di brani musicali, chiamata Groove Music Maker. Tanto attenderà gli utenti a partire dalla primavera del 2017, periodo in cui è prevista la versione finale del Creators Update, gratuito per tutti coloro che già hanno Windows 10. Sul canale Insider le novità inizieranno ad arrivare invece sin dalle prossime build.