Nelle scorse ore si è svolta la conferenza annuale F8 di Facebook, dove il social network guidato da Mark Zuckerberg mostra le principali novità per gli sviluppatori terzi operanti sulla sua piattaforma online, con estensioni ed altre forme d'integrazione. Una delle novità annunciate è relativa a Facebook Messenger, destinato a ricevere presto due nuovi add-on musicali, a firma Apple Music e Spotify.

Seguendo le orme dell'app principale, che già dispone di legami con entrambi i servizi musicali, attraverso le nuove estensioni sarà possibile condividere spezzoni di specifici brani coi propri contatti su Messenger, con la possibilità per questi ultimi di ascoltare le tracce per intero e se iscritti ottenere pure suggerimenti per playlist a tema. Questo è almeno lo scenario profilato per Spotify, la prima ai blocchi di partenza, mentre Apple Music seguirà poco più in là. Sinora un'analoga funzionalità era stata prevista da Apple solo col proprio circuito iMessage; così facendo non solo offrirà il medesimo trattamento a coloro che preferiscono Messenger, ma anche a chi fa uso di Apple Music su Android, dove l'opzione iMessage non è contemplata. Una partnership gradita, che s'inserisce nella maggiore apertura generale che sta dimostrando la Apple di Tim Cook verso ecosistemi non propri.