Negli ultimi mesi abbiamo spesso avuto modo di parlare dell'attuale situazione degli utenti Mac professionali, costretti ad utilizzare quanto Apple ha scelto di offrire nel suo catalogo, ovvero solo soluzioni con scheda grafica AMD. A prescindere dagli accordi che intercorrono tra le due aziende, per i consumatori questa è una forte limitazione in quanto la rivale NVIDIA, grazie all'architettura Pascal, è in grado di sfruttare la potenza di calcolo dei suoi chip grafici per ottenere migliori prestazioni con molti software professionali, come quelli di Adobe.

A quanto pare NVIDIA si è accorta di poter accontentare una fetta di mercato di utenti che Mac che, o assemblando un Hackintosh o sfruttando la GPU attraverso un box esterno collegato via Thunderbolt, possono essere interessati ad una scheda NVIDIA con driver ottimizzati per macOS.

Infatti, come segnala 9To5Mac, NVIDIA ha annunciato che la sua nuova scheda grafica top di gamma, Titan Xp, riceverà settimana prossima una release di driver (in beta) ottimizzati per Mac. La nuova Titan Xp possiede 12GB di memoria GDDR5X con 11,4Gbps di banda, 3840 CUDA Core che viaggiano alla frequenza di 1582MHz, per un totale di 12TFLOPS di potenza di calcolo. Insomma una vero mostro di potenza che richiede ben 1349€ per essere acquistata. A questi, ovviamente, dovrà essere aggiunto il costo di un box eGPU esterno compatibile per dimensione (occupa due slot) con la nuova Titan Xp. Per fortuna però, i nuovi driver NVIDIA saranno rilasciati anche per tutte le altre GPU della serie 1XXX, basate su architettura Pascal, e dunque gli utenti potranno ripiegare su delle soluzioni non così estreme, come la GTX 1080, che può comunque offrire enormi benefici con molti software.

Quello che rimane evidente è che nonostante Apple abbia scelto di tagliare fuori NVIDIA (almeno per il momento) dal mondo Mac, la volontà dei consumatori non può essere ignorata, ed NVDIA ha deciso di dar voce, ed aprire le porte, a tutti loro. Chissà che questo non sia solo un primo passo, in vista di una prossima reintegrazione delle schede di verde tinte nel prossimo Mac Pro modulare, previsto per inizio 2018.