Phil Schiller e Craig Federighi – rispettivamente, SVP del Marketing Globale e SVP del Software in Apple – sono stati ospiti del podcast The Talk Show, condotto da John Gruber. Durante l'intervista i due hanno avuto modo di rimarcare il punto su alcune feature e prodotti presentati durante il WWDC17 e di discutere di altre questioni concernenti l'azienda.

Craig Federighi ha voluto in primo luogo sottolineare che le release di macOS dove Apple mette mano all'efficienza ed alla stabilità del sistema sono spesso le più apprezzate dal pubblico. Come non ricordare il vecchio Mac OS X Snow Leopard, uno dei rilasci più apprezzati della storia di OS X, che ha accompagnato molti professionisti per diverso tempo. A quanto pare macOS High Sierra vuole reincarnare la stessa filosofia, garantendo in primo luogo stabilità, sicurezza e prestazioni del sistema. Federighi ha in effetti sottolineato quanto il nuovo Safari sia veloce in termini assoluti, nonché paragonato ai browser concorrenti. Anche la privacy è stato un argomento trattato. Riguardo a questo punto Craig Federighi ha voluto ribadire quanto Apple tenga alla sicurezza dei dati personali degli utenti, e di come l'azienda stia cercando di coniugare questo aspetto con le funzionalità cloud.

Venendo a parlare di hardware, Phil Schiller ha spiegato che il nuovo iMac Pro andrà a coprire un mercato ove c'è una forte richiesta. Infatti molti professionisti desiderano la potenza di una tower workstation nel corpo di un All-in-One. Per quanto riguarda iPad Pro, Apple si è concentrata sulla realizzazione di display di ottima qualità da un punto di vista cromatico e del refresh rate, fatto messo in contrapposizione da Schiller con quanto fatto dai competitor, che sembrano concentrati solo sulla risoluzione.

Steve Jobs presenta al pubblico iPod Hi-Fi, era il 2006

Infine si è parlato anche di HomePod. Quando Gruber ha chiesto di comparare HomePod con il progetto iPod Hi-Fi, Schiller ha risposto che talvolta bisogna fare le cose più volte prima di ottenere il giusto risultato. HomePod è un prodotto differente, in un tempo differente e in uno scenario differente. Sono state spese ottime parole da Schiller in favore del team di ingegneri del suono che lavorano in Apple, e i primi risultati li abbiamo già potuti vedere su iPhone 7, iPad Pro ed AirPods.

In chiusura è stato messo in evidenza quanto Apple stia cercando di arginare i leak di informazioni sui nuovi prodotti. Molte persone lavorano a questo scopo, ma spesso la segretezza totale risulta essere un'impresa difficile.