Touch e Scroll: menu e toolbar del prossimo futuro Apple

Parlando della grafica intravista del futuro OS X Lion non ci siamo particolarmente soffermati sull'apparente "sparizione" delle barre di scorrimento. Il motivo è presto detto: allo stato attuale con tutti i dispositivi di puntamento touch di cui sono dotati i Mac, lo scroll è diventato qualcosa di diverso dal vecchio posizionamento forzato del puntatore sulle freccette, perché viene interpretato e realizzato in modo molto più diretto semplicemente scorrendo con le dita.

Destinare un'area laterale alle scrollbar non ha più tanto senso, per questo in Lion (sempre stando al veloce sneak peek) la classica barra non c'è più ma appare durante lo scorrimento solo come indicatore visuale, un po' come accade su iOS.

Lo scroll in generale comunque, avrà probabilmente un ruolo diverso nel prossimo futuro dei prodotti hardware e software di Cupertino. Patently Apple ha pubblicato in questo momento un brevetto piuttosto completo in cui vengono mostrati anche menu e toolbar scrollabili:

1 - cover - scrollable menus & Toolbars

Dal disegno si notano delle piccole aree in sovraimpressione tramite le quali selezionare dei comandi scorrendo, su OS X, come su iOS:

2 - scrollable menus and toolbars apply to OS X and iOS

E tra i vari disegni si vede anche una probabile implementazione nel futuro iMovie:

6 - scrollable - swipeable toolbars and or menus for video editing apps like iMovie and Aperture etc - apple inc - nov 2010

Interfacce sempre più a misura di dita... io insisto con il dire che Jobs nel Back to the Mac non ha detto che Apple non farà computer con schermo touchscreen, ma semplicemente che il touch in verticale non è ergonomico. Ciò lascia spazio ad una implementazione futura in cui diranno: ecco, questo sì che è ergonomico!

Un po' come è accaduto per il recente MacBook Air 11".

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.