Recensione: sincronizzazione automatica delle cartelle con FolderWatch

Per quanto mi riguarda Chronosync è la migliore utility esistente in quanto a gestione di backup programmato. Tuttavia è costosa e complessa per un uso casalingo, per cui quando mi chiedono come sincronizzare facilmente cartelle tra due postazioni di rete suggerisco altro. Senza dimenticare la potenza che si cela dietro il cuore Unix del nostro Mac OS X e del suo Terminale (vedi rsync).

La diffusione di strumenti come DropBox ha contribuito a semplificare tali operazioni, ma non tutti sono disposti a pagare un canone annuale per avere un buon numero di GB (oltre quindi la versione gratuita). Senza contare poi i "timori" di alcuni legati alla privacy dei dati che viaggiano via rete.

folderwatch

Una soluzione non gratuita, ma piuttosto economica ed interessante, è ora proposta sul Mac App Store con l'applicazione FolderWatch (3,99€). Questa presenta una interfaccia semplificata che pur essendo in inglese risulta di facile comprensione.

folderwatch-directory

La cosa interessante di FolderWatch è che si può configurare nella modalità automatica e questo si occuperà di effettuare le copie continuamente, senza dover decidere un'ora o essere presenti per  avviare l'operazione manualmente. Funziona piuttosto bene, anche su percorsi di rete, inviando per altro le notifiche delle operazioni via Growl.

voto 2,5Conclusioni
Lo uso solo da un paio di giorni e per il momento non ho notato comportamenti anomali nelle copie, ma ha almeno due limiti fastidiosi. Il primo è che l'applicazione deve essere avviata al login per funzionare in modo corretto e non vi è la possibilità di farla sparire dal Dock (eventualmente posizionandosi nella barra dei menu). Il secondo problema è che i percorsi di rete non vengono montati automaticamente, per cui per funzionare il backup è necessario che questi siano raggiungibili sempre.

Costi
FolderWatch non è nulla di eccezionale e probabilmente se non esistesse il Mac App Store potrebbe essere più una applicazione gratuita o donationware che a pagamento. Comunque visto il prezzo ritengo che potrebbe essere utile in alcuni casi, specie per la semplicità della configurazione. Purtroppo il suddetto store ci nega anche la possibilità di provare una trial, per cui anche solo per verificarne il funzionamento si deve pagare. In pratica anche solo per scrivere questo articolo sono state necessarie 3,99€.

PRO
Interfaccia semplice e con un chiaro wizard
Funziona in background sincronizzando le cartelle continuamente

CONTRO
Non monta automaticamente i percorsi di rete
L'icona nel Dock non si può nascondere

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.