Recensione: Lindy 41049 adatattore mini DisplayPort ad HDMI/DVI/DisplayPort

Nei recenti Mac iniziamo velocemente a veder comparire la porta Thunderbolt in sostituzione della mini DisplayPort. Ma se la sostanza è comunque cambiata per le nuove possibilità offerte, cioè che di buono conoscevamo della precedente connessione rimane invariato, ad iniziare dai cavi.

Sia che il nostro Mac abbia la Thunderbolt che la mini DisplayPort, un adattatore come il Lindy 41049 rappresenta un vero coltellino svizzero.

Lindy41049-182

È lungo 15cm, giusto lo spazio per posizionarlo dove preferiamo e collegare a questo uno dei tre cavi a seconda delle necessità. Si può uscire in HDMI con audio integrato (se il Mac è compatibile), in DVI con supporto dual monitor oppure in standard DisplayPort.

lindy-41049-dvi

voto 4Conclusioni
Piccolo e pratico il connettore della Lindy si può dimostrare utile in moltissime circostanze. Nell'immagine sopra l'ho collegato ad un Mac mini 2010 per eseguire qualche test, ma in verità questo è l'unico Mac che non ne avrebbe bisogno essendo dotato già sia di HDMI che, per gentile concessione di Apple, di un adattatore HDMI-DVI. Per tutti gli altri Mac però, in particolare i portatili, può essere molto utile avere un unico adattatore capace di risolvere la maggior parte delle esigenze di connettività.

Costi
Pur essendo un'azienda tedesca, Lindy non è affatto cara e questo Adatattore mini DisplayPort a HDMI/DVI/DisplayPort ne è una conferma con un prezzo al pubblico di 23,95€. Volendo trovare qualcosa da criticare, la scocca potrebbe essere più gradevole nelle finiture. Ma in fondo è solo un adattatore, probabilmente siamo noi utenti Apple ad essere troppo "schizzinosi". Inoltre avrete probabilmente notato un piccolo banner Lindy sulla destra nel sito, da qui si accede ad un codice promozionale con uno sconto del 10% che dovrebbe essere ancora valido.

PRO
Vasta quantità di connessioni in un unico adattatore
Prezzo ok

CONTRO
Nulla di rilevante

DA CONSIDERARE
Pro Fosse marchiato Apple sarebbe più "bello", ma costerebbe almeno il doppio

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.