Le periferiche esterne collegate con Thunderbolt supporteranno il boot del sistema operativo

Con l'uscita del cavo per Thunderbolt e la sua messa in commercio cominciano a venire fuori i primi dati importanti sul suo utilizzo. Apple ha reso disponibile una pagina di supporto con informazioni addizionali riguardo il cavo, ma la domanda che si sono posti in tanti è: è possibile eseguire il boot con una periferica esterna collegata con Thunderbolt? Le prime risposte sembrerebbero positive.

Thunderbolt 360

Sebbene non sia ancora nulla testato empiricamente, molti utenti hanno confermato che i nuovi dischi LaCie sono boot-abili, così come il sistema RAID da 12TB ricevuto da AnandTech. Come dice un commentatore su Macrumors siamo nel 2011 e aspettarci che una periferica esterna permetta il boot è scontato, ma avere la conferma è sempre un bene.

La notizia dovrebbe far piacere soprattutto a coloro che hanno intenzione di comprare un iMac ma non di spendere 2000€ per avere l'SSD di Apple. Grazie a questa notizia sappiamo che sarà possibile (anche se il "quando" è tutto da vedere) in futuro collegare esternamente un SSD e usarlo come disco primario per il sistema operativo, lasciando al HDD interno compiti di storage di dati multimediali — una soluzione ibrida un po' diversa dalle solite.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.