9to5Mac riporta un'informazione piuttosto interessante che potrebbe corroborare un'altrettanto interessante teoria. A quanto pare navigando nell'App Store tramite iPad con iOS 7, appare una maschera in cui nel classico elenco di app gratuite installabili, come Podcasts e iBooks, appaiono anche quelle delle suite iLife ed iWork. Non tutte per la verità, manca GarageBand ad esempio, tuttavia ci sono iPhoto, iMovie, Pages, Numbers e Keynote, tutte app attualmente a pagamento.

iwork-ios7-free-apps

Potrebbe essere intesa anche come un'apertura temporanea dedicata agli sviluppatori, magari per testare il funzionamento della sincronizzazione iCloud, ma in quel caso non avrebbe senso l'esclusione di GarageBand. Insomma, ci sono buone possibilità che nella prossima versione del sistema operativo mobile Apple le app di default crescano in modo considerevole, andando ad aggiungere valore anche agli stessi terminali.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.