CES 2019: NVIDIA lancia la Geforce RTX 2060 e le nuove GPU per portatili

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Giorgio Zamariola, Marzio De Cristofaro.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Dopo il lancio principale avvenuto lo scorso agosto, ecco che al CES 2019 l'architettura Turing di NVIDIA inizia il suo graduale processo di "democratizzazione" proponendo anche schede grafiche più attente al rapporto prestazioni/prezzo, rivolgendosi a chi vuole un discreto PC da gioco senza sbancare il proprio budget. La GeForce RTX 2060 si inserisce in questo contesto, portando molti dei benefici di Turing, a partire dal supporto ray tracing, al di sotto dei 400 €.

La RTX 2060 prevede 1920 core CUDA, con frequenza base di 1.365 MHz che in modalità Boost possono spingersi sino a 1.680. La VRAM, di tipo GDDR6, ammonta a 6 GB; per contenere i costi, oltre al quantitativo minore rispetto la diretta superiore 2070, presenta un bus ridotto da 256 a 192-bit. Tagli comprensibili sotto questo punto di vista, un po' meno quelli relativi al supporto SLI ed NVLink, dato che comunque parliamo di una GPU da 375 € che si mantiene attorno alla fascia medio-alta di mercato. Ad ogni modo, NVIDIA garantisce anche per questo modello non solo la buona gestione degli 8K, ma pure 60 fps costanti in giochi piuttosto esigenti come Battlefield V, aggiornato nei mesi scorsi proprio per sfruttare le capacità di ray tracing offerte dalle ultime GeForce. Il downscaling ha inoltre leggeri benefici sui consumi, dato che il TDP massimo dichiarato qui è di 160 W. La RTX 2060 sarà in vendita a partire dal 15 gennaio.

Non solo desktop, però: Turing si appresta a fare il debutto anche sui portatili, con varianti dedicate delle RTX 2080, 2070 e 2060. Le caratteristiche tecniche sono le medesime delle controparti per PC fissi, fatta eccezione per le frequenze che sono qui giocoforza meno spinte per far fronte alle caratteristiche progettuali dei dispositivi, dove gli spazi ristretti per il raffreddamento e la maggiore attenzione all'autonomia richiedono il raggiungimento di delicati equilibri tecnici. Molto importante in tal senso l'apporto della struttura Max-Q, che permette l'inserimento di GPU dedicate pure in laptop piuttosto sottili senza sacrifici. Inoltre sono comunque garantite anche qui le funzionalità dedicate all'intelligenza artificiale così come il ray tracing, con la promessa complessiva di prestazioni eccellenti, in grado di arrivare fino a due volte quelle della PS4 Pro. Le nuove RTX sono attese a partire dal 29 gennaio in oltre 40 modelli di portatili da numerosi produttori. La speranza di molti sarebbe di vedere Apple aggiungersi all'elenco, ma considerato anche il recente lancio delle opzioni Radeon Vega sui MacBook Pro resterà uno scenario improbabile almeno per un'altra generazione ancora.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.