MWC19: LG presenta G8 e G8s ThinQ con Air Motion e il V50 dotato di supporto 5G

Giornata ricca di annunci dal MWC19, questa odierna. Per la verità, è una prassi che molta azione si concentri in queste ore, essendo la fiera catalana ancora aperta ai soli addetti ai lavori. Non è ancora finita però, manca LG e domattina tocca a Sony. La casa coreana si è presentata col suo nuovo top di gamma che promette un'esperienza d'uso molto particolare.

Il G8 ThinQ può infatti essere controllato anche senza effettuare un'interazione fisica con lo schermo: questo perché un sensore a tempo di volo integrato nel notch frontale rileva i movimenti compiuti dall'utente davanti al dispositivo e li traduce in azioni pratiche a schermo, una caratteristica denominata Air Motion. Tra le varie operazioni associabili all'uso hands-free troviamo effettuare e rispondere a chiamate, catturare schermate, abbassare o alzare il volume dell'audio ed altro ancora. Poiché include al suo interno anche un emettitore di raggi infrarossi, il sistema viene utilizzato anche per il riconoscimento facciale. Non solo: sempre sfruttando il ToF e le sue doti nel rilevamento della profondità, LG ha incluso anche un metodo biometrico denominato Hand ID che scansiona le vene del palmo della mano, sfruttandolo poi per il riconoscimento univoco dell'utente. A detta dell'azienda, è un sistema sicuro nonché molto rapido, migliore del sensore d'impronte che in ogni caso resta disponibile sul retro.

Un'altra caratteristica curiosa al di sotto del suo schermo AMOLED da 6,1", con risoluzione 3120x1440 e HDR10, è l'altoparlante Sound On, che sfrutta delle piccole vibrazioni emesse sulla superficie del display al fine di produrre un suono di alta qualità. Combinandolo inoltre al più tradizionale vivavoce è possibile creare un sistema stereo; inoltre, lo spazio interno del dispositivo viene sfruttato come cassa di risonanza per migliorare l'enfatizzazione dei bassi, punto debole di qualsiasi smartphone. Il Quad DAC integrato presenta il supporto DTS:X 3D Surround così come Master Quality Authenticated, che promette attraverso una compressione dedicata di avere una qualità alta per l'audio in streaming anche in presenza di limitazioni nella connettività.

All'interno troviamo il SoC Qualcomm Snapdragon 855 con 6 GB di RAM e 64 o 128 GB di archiviazione, espandibili sino ad ulteriori 2 TB tramite microSD. A livello di connettività, troviamo 4G Gigabit, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 5.0 ed NFC, mentre il comparto energetico prevede una batteria da 3.500 mAh compatibile sia con la ricarica rapida USB-C sia con quella wireless Qi. La scocca è certificata IP68 contro polveri e liquidi nonché resistente secondo gli standard MIL-STD 810G. Il sistema operativo preinstallato è Android 9.0 Pie con interfaccia proprietaria.

Parlando della fotocamera, di base troviamo un sensore da 16 Megapixel f/1,9 super-grandangolare abbinato ad uno da 12 Megapixel f/1,5; in base al mercato, il G8 ThinQ può anche arrivare con un terzo sensore, sempre da 12 Megapixel ma teleobiettivo con apertura f/2,4, in grado di generare uno zoom ottico fino a 2X. Oltre alle caratteristiche alimentate dall'intelligenza artificiale che già contraddistinguevano il predecessore, è presente la modalità ritratto anche durante la cattura dei video in 4K, con un rilevamento della distanza e della profondità in tempo reale. La fotocamera anteriore è da 8 Megapixel, in grado di sfruttare il già menzionato sensore TOF per produrre selfie di ancor migliore qualità. Non è previsto l'arrivo del G8 ThinQ in Italia, ma non c'è da disperarsi.

Ad arrivare dalle nostre parti sarà il G8s ThinQ, una variante del modello sopra presentato con alcune lievi differenze. Lo schermo sale leggermente di dimensioni, passando a quota 6,2". Nel comparto fotografico, il sensore grandangolare qui è da 13 Megapixel. Piccolissima variazione anche per la batteria, qui da 3.550 mAh. Tutto il resto delle caratteristiche è esattamente identico alla variante "liscia". Debutterà nel corso della primavera, nelle colorazioni Mirror Black e Mirror Teal, con 64 GB di storage interno, ad un prezzo ancora da definire.

Ma non c'è solo il G8: LG ha anche presentato V50 ThinQ, il suo primo smartphone 5G. Strettamente imparentato sia a livello estetico che tecnico col cugino e mezzo predecessore V40 arrivato lo scorso ottobre, si differenzia soprattutto per avere al suo interno un SoC Qualcomm Snapdragon 855, necessario complemento al modem X50 5G, ed una batteria da 4.000 mAh.

Queste modifiche vengono inoltre supportate da un sistema di raffreddamento a liquido, mantenendo così il dispositivo relativamente fresco anche in condizioni d'uso estreme. Attraverso una cover dedicata, si potrà aggiungere un secondo schermo OLED da 6,2", permettendo così di sfruttarlo come tastiera virtuale durante la scrittura o joypad per i videogiochi, ma pure per avere una seconda applicazione aperta. Il V50 ThinQ arriverà inizialmente negli USA nei prossimi mesi, con altre aree del mondo, tra cui l'Europa, a seguire.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.