Apple brevetta tre cinturini smart per Apple Watch

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Teresio Demaria, Matteo Del Monte.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Il noto sito Patently Apple ha scovato ben 62 nuovi brevetti che l'Ufficio Brevetti e Marchi americano ha concesso a Cupertino. Tre di questi sono riferibili a una piccola rivoluzione per Apple Watch che, in futuro, potrebbe essere dotato di cinturini smart. Ricordo che la registrazione di un brevetto non sempre è foriera della sua implementazione: spesso e volentieri le aziende li registrano solo per tutelare i progetti che scaturiscono dal lavoro dei gruppi di ricerca e sviluppo, di modo da preservare anche i capitali investiti in tal senso.

Il primo cinturino smart è in grado di rilevare la texture della pelle inferiore del polso grazie a un sensore termico a infrarossi posto al suo interno. Come si legge nel brevetto, tale sistema è stato progettato come nuovo metodo di autenticazione biometrica che potrebbe affiancare Touch ID e Face ID.

Il secondo brevetto, invece, è relativo all'installazione nella parte esterna dei cinturini di alcuni Led che segnalino all'utente, tramite delle semplici icone o altri segni grafici, determinate informazioni elaborate dallo smartwatch.

Il terzo cinturino, infine, ricorda un po' le scarpe autoallaccianti di Ritorno al Futuro (prodotte poi da Nike qualche mese fa e attualmente in commercio), visto che lo smartband si stringerà in maniera automatica al polso dell'utente, adattandosi ad esso in base alle preferenze che potranno essere impostate direttamente da Apple Watch.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.