Tre nuovi obiettivi Sony G compatti: 24mm F2.8, 40mm F2.5 e 50mm F2.5

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Loris Sambinelli, Mario Marino, Francesco Mussoni, Luca Zeggio, Cristiano Testa, Fabio Di Rezze.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Solo pochi giorni fa Sony festeggiava il suo 60° obiettivo mirrorless con la presentazione del 50mm F1.2, oggi questo muro viene infranto con l'arrivo di ben 3 nuove ottiche. Si tratta di un 24mm, un 40mm ed 50mm, tutti accomunati da un'unica visione: compattezza e qualità senza compromessi. Riassumo i punti chiave che ritroviamo nei 3 nuovi obiettivi serie G per full-frame:

  • Ghiera di messa a fuoco con risposta lineare
  • Ghiera apertura con click switch (con o senza scatti)
  • Pulsante G personalizzabile
  • Switch af/mf
  • Doppio motore AF lineare a basse vibrazioni
  • Fuoco interno (senza estensione e rotazione dell'elemento frontale)
  • Schema ottico ottimizzato per elevata risoluzione e bokeh
  • Apertura con lamelle circolari
  • Filtri da 49mm
  • Costruzione in alluminio, compatta e leggera
  • Tropicalizzazione

Leggendo questo lungo elenco, risulta immediatamente chiaro che la finalità di Sony non è stata quella di progettare nuove lenti economiche. Sono compatte, sì, ma riprendono molte specifiche e funzionalità degli obiettivi più costosi in gamma. Date per assodate tali peculiarità, andiamo a vedere nello specifico i singoli modelli.

Il Sony FE 24mm F2.8 G è un grandangolo leggerissimo (162 g) perfetto per l'uso con gimbal o per auto-inquadrature. Non è un super luminoso ma è un bell'obiettivo da viaggio, specie se abbinato alla A7c, ottenendo un setup compatto sia per foto che vlog. La messa a fuoco minima si ottiene a 18cm in fuoco manuale (0.19x) oppure a 24cm in AF (0.13x).

Il Sony FE 40mm F2.5 G è un po' più difficile da inquadrare, ma è una focale che può essere interessante. Qui la luminosità è leggermente superiore e le ottimizzazioni ottiche per il miglioramento dello sfocato si possono vedere più chiaramente. È infatti capace di avvicinarsi di più ai soggetti, con un rapporto d'ingrandimento che arriva a 0.23x in MF (0.20x in AF), ottenendo una ridotta profondità di campo a tutta apertura. È sempre molto leggero (173 g) ed è piuttosto versatile in campo video.

Il Sony FE 50mm F2.5 G è il classico normale, qui rivisto con priorità alle dimensioni ed alla qualità ottica. Come gli altri, anche questo obiettivo nasce per essere sfruttato in modo ottimale già da tutta apertura, cosa fondamentale visto che non è elevatissima. È piccolo, leggero, versatile, silenzioso e veloce nella messa a fuoco.

I tre nuovi obiettivi saranno disponibili da aprile 2021 ad un prezzo lancio di 700€. È tanto se si guarda solo all'apertura, difatti la stessa Sony ha a catalogo delle lenti simili o più luminose che appaiono più convenienti. E forse è così, per la maggior parte degli utilizzatori. Qui, però, c'è un'ambizione diversa che si percepisce chiaramente analizzando le specifiche tecniche condivise. Volendo fare degli obiettivi economici sarebbe stata un'altra la strada da seguire, non certo quella di metterci tutte le caratteristiche delle lenti premium. Quello che non possiamo sapere è se la scelta si rivelerà vincente, cioè se la qualità ottica sarà solida come annunciato e se ci sia un potenziale pubblico interessato ad una proposta di portabilità ma senza compromessi.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram