Dopo il promettente iDraw per iPad, Indeeo approda anche sul Mac App Store con iDraw per Mac, una semplice app per il disegno vettoriale. In questo settore il punto di riferimento ai livelli più alti è Illustrator di Adobe ma iDraw è un software molto più economico, amichevole ed essenziale, di certo non destinato ai grafici professionisti. Il disegno per vettori si contrappone a quello raster o a mappa di bit (bitmap) in cui padroneggia Photoshop. Il principio è quello di memorizzare per ogni singolo elemento sulla tavola di disegno non l'insieme di pixel che lo compongono ma i costituenti matematici necessari a riprodurlo. Per fare un esempio molto banale, un segmento in formato bitmap è memorizzato come un insieme di pixel, tanti quanto ne servono a coprire l'intera estensione, mentre in formato vettoriale bastano le posizioni dei due punti agli estremi. Come si può intuire nel secondo caso verrà richiesto molto meno spazio su disco per l'archiviazione ottenendo file molto più piccoli, ma sopratutto avremo la possibilità di ridurre ed ingrandire gli elementi senza avere perdita di qualità, in quanto questi vengono semplicemente rigenerati dopo la modifica dimensionale. Ecco perché i loghi vengono sempre creati per vettori, cosicché possano essere riproducibili e scalabili mantenendo sempre la medesima qualità.

L'interfaccia grafica di iDraw è in perfetto stile Apple, semplice, comprensibile ed elegante. I colori scuri le conferiscono un certo aspetto professionale e serioso ma, soprattutto, aiutano a concentrare l'attenzione sui contenuti. All'apertura possiamo scegliere che tipo di documento creare avendo la possibilità di partire anche con alcuni sfondi preimpostati.

GUI

L'applicazione è perfettamente compatibile con Lion e supporta anche in FullScreen, modalità perfetta per lavorare con la grafica. Gli strumenti sono racchiusi a sinistra mentre a destra si trova il pannello con i livelli del disegno (non ci sono gruppi), infine ulteriori pannelli flottanti racchiudono tutti i principali controlli oggetto. Alcuni di questi sono divisi in tabelle per ridurre gli ingombri ed offrire un completo set di comandi. Il primo ad esempio, in perfetto stile Adobe, comprende gli strumenti di trasformazione, allineamento, combinazione booleana degli elementi, griglia e pagina.

palette

In cima, proprio sotto il menu, si trova una barra con informazioni contestuali, che varia a seconda dell'elemento selezionato. Può ad esempio mostrare le impostazioni carattere quando attiviamo il relativo strumento. Proprio sul carattere si nota una estrema semplificazione del tool che non consente ad esempio di avere font di tipo e dimensione differente all'interno di un singolo elemento e non offre il controllo su nessuna caratteristica avanzata come il kerning.

testi

C'è però la possibilità di convertire il carattere in tracciati (vettori) per effettuare modifiche dirette o per esportare il documento rendendolo visibile al destinatario che non possiede il font da noi utilizzato sul proprio computer.

vettori

Tra i vari strumenti si trova anche il pennello dinamico, il quale ha qualche personalizzazione sul flusso, sulla dimensione e forma della punta. Qui ho notato un piccolo bug perché ogni volta che si modifica lo spessore ritorna sempre sul valore predefinito di 6pt.

brush

Ci sono poi pannelli per definire il tratto, il riempimeto, il testo e l'effetto sull'elemento, ovvero semplicemente opacità ed ombra. Tra gli strumenti, oltre ai classici rettangolo, ovale e retta, abbiamo anche arco, gomma, poligono e stella. Dopo la costruzione tutto viene controllato e modificato con le classiche curve di Bézier.

modifiche

Gli stili, personalizzabili, permettono di ottenere un risultato combinato di tutti i parametri estetici, come riempimento, tratto ed effetti, con un semplice clic.

bezier

iDraw lavora con un formato file proprietario ma consente l'importazione di elementi vettoriali in standard SVG e l'esportazione in molteplici forme, PDF ed SVG per il vettoriale e PNG, GIF, JPG, TIFF convertendo in raster.

export

voto 3Conclusioni
Si tratta di un'applicazione di disegno vettoriale veramente semplice che può rappresentare un buon punto d'approccio per questo fantastico mondo. Indeeo ha iniziato prima su iPad, dove l'app offre incredibile versatilità per un tablet, e poi ha traslato il tutto su Mac, su cui però ci si aspetterebbe qualche funzione in più. iDraw non è ancora completamente matura e manca di molti strumenti per la distorsione ed il controllo avanzato delle forme, tuttavia l'interfaccia è piacevole e rappresenta un punto di partenza interessante per gli sviluppi futuri. Allo stato attuale le diamo un voto di sufficienza, sperando che prossimi aggiornamenti la rendano più completa ed appetibile. Diventa sicuramente più interessante per chi possiede già l'ottima versione per iPad così da poter lavorare al medesimo progetto tra le due piattaforme. Quest'ultima offre praticamente le stesse funzioni ma considerando che si tratta di un tablet è decisamente più interessante.

Costi
Il prezzo di iDraw sul Mac App Store è di 19,99€. Più economico di Sketch (recensione) ma anche meno completo. Ricordo che esiste anche l’open-source InkScape, meno amichevole di entrambi ma più ricco.

PRO
più Interfaccia molto bella e comprensibile
più Compatibilità con Lion e FullScreen
più Supporto per importazione SVG ed esportazione multiformato
più Molto semplice da utilizzare

CONTRO
 Manca di controlli avanzati sul testo e per la distorsione
 Offre troppo poco oltre quel che si vede ad un primo sguardo

DA CONSIDERARE
più Molto giovane, può ancora crescere e migliorare