L'aggiornamento iOS 7.1 sembra essere sempre più imminente, soprattutto considerando che l'app iTunes Festival per l'evento SXSW della prossima settimana lo richiederebbe. Eppure, c'è una spunta non ancora messa nella lista di "cose da fare" a Cupertino: la modifica del processo di acquisto in-app. Infatti, a seguito dell'accordo raggiunto con la Federal Trade Commission per la risoluzione delle vertenze in merito, Apple è tenuta a doversi adeguare anche tecnicamente, con interventi su iOS e sull'App Store, entro il 31 marzo. Ed è scattata una vera corsa contro il tempo per poter rilasciare la 7.1 comprensiva dei cambiamenti richiesti, stando alle informazioni ottenute da ZDNet.

logoapple

Per essere in conformità a quanto stabilito, è necessario che la password venga sempre richiesta di default per gli acquisti in-app e si fornisca solo come opzione nelle Impostazioni la possibilità di disattivare questo passaggio. Un lavoro sia dietro le quinte sia nella parte visibile al pubblico, che pone necessariamente Apple davanti a una scelta. Rischiare il tutto per tutto, mantenendo in servizio i propri ingegneri giorno e notte in modo da rilasciare la prossima settimana? Rimandare iOS 7.1 e piuttosto modificare la nuova app iTunes Festival, non ancora sullo Store, per far sì che operi sulle versioni attuali? O rilasciare comunque l'aggiornamento e posporre le modifiche IAP alla 7.1.1 entro fine mese?

Varie domande/ipotesi, la cui risposta la sanno solo ed esclusivamente a One Infinite Loop. Noi proviamo ad azzardare però la terza come la più plausibile. Essendo modifiche minori e già in sviluppo, non è per forza necessario "ingozzarsi" di codice se si è in grado di rispettare le scadenze richieste dall'FTC. Ciò dà anzi un'occasione per includere pure qualche ulteriore bugfix della prima ora nella 7.1.1. In ogni caso, non dovremo attendere tanto per scoprire come andrà a finire il tutto.