Apple spesso acquisisce piccole startup in sordina e senza alcun annuncio ufficiale per migliorare i propri servizi. Oggi un nuovo rapporto di TechCrunch sostiene che alla fine del 2013 la società di Cupertino avrebbe acquisito Ottocat, una startup che aveva sviluppato un sistema per organizzare e scoprire le applicazioni in base a specifiche categorie.

Esplora

L'indipendenza di Ottocat come società è stata breve. La startup ha sviluppato un prototipo funzionante della sua tecnologia nel 2013 ed ha rilasciato una beta pubblica nel maggio dello stesso anno. Pochi mesi più tardi, tuttavia, sul sito web della compagnia campeggiava il messaggio "Ottocat is no longer available" ed Apple qualche mese dopo ha aggiunto la scheda "Esplora" su App Store.

Tutti quando compriamo per la prima volta un iPhone, un iPad o un dispositivo Android, ci mettiamo a cercare le migliori applicazioni, quelle che fanno al caso nostro, ma rischiamo di perderci di fronte alla grande quantità di app presenti nei vari store. Ottocat è nata proprio per aiutare gli utenti a scoprire più facilmente le applicazioni quando non si sa esattamente cosa cercare. La società, infatti, ha organizzato le app in categorie per far scoprire quelle meno note e scaricarle senza ricorerre alla classica ricerca. Oggi l'App Store è popolato da oltre un milione di applicazioni e anche se al momento non si sa quale sia la spesa affrontata da Apple per questa acquisizione, è certo che la tecnologia sviluppata da Ottocat è, e potrà essere, molto utile agli utenti.